La notte bianca di Villa Medici

La notte bianca di Villa Medici

68
CONDIVIDI

Una serata del tutto eccezionale attende il pubblico di Villa Medici, giovedì 26 ottobre, nell’ambito del ciclo I Giovedì della Villa, ideato da Muriel Mayette-Holtz e curato da Cristiano Leone.

 

Torna la Notte Bianca in puro stile parigino, tutta incentrata sulle arti visive e le diverse forme espressive che l’articolano. Un caleidoscopio di installazioni, performance, dj set realizzati da artisti internazionali e da alcuni borsisti dell’Accademia di Francia a Roma, animeranno i giardini e i diversi spazi di Villa Medici, permettendo ai visitatori di vedere parti della Villa solitamente non accessibili, dalle 21.30 alle 2 del mattino, a ingresso gratuito.

L’intero progetto è a cura di Pier Paolo Pancotto (già curatore della rassegna Art Club), che anche quest’anno si è ispirato alla Nuit Blanche francese, ideata da Christophe Girard a Parigi nel 2002.

 

Due appuntamenti precedono l’inizio di questa “notte d’arte”: alle ore 19.00 il celebre storico medievista, specialista degli emblemi, dei colori e dell’araldica, Michel Pastoureau, presenta una conferenza sul tema dell’opposizione tra bianco e nero, introducendo così la suggestiva atmosfera della Notte Bianca. L’iniziativa si svolge in collaborazione con il Festival Italiques – Libreria Stendhal, sostenuto dall’Institut français Italia. Alle ore 20.30, nell’ambito del partenariato con Le Fresnoy, il grande compositore Arnaud Petit, ex borsista dell’Accademia di Francia a Roma tra il 1991 e il 1993, propone un programma inedito per il suo ritorno a Villa Medici, interpretato dalla pianista Géraldine Dutroncy.

 

Accademia di Francia a Roma – Villa Medici

viale Trinità dei Monti, 1 – 00187 Roma

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO