Home eventi Spring Attitude 2018: Roma diventa la capitale della cultura contemporanea

Spring Attitude 2018: Roma diventa la capitale della cultura contemporanea

108

 

Avete già fatto il cambio di stagione? Aspettate a tirare fuori le giacche. Sotto il motto di “fall is the new spring” si è aperta ieri (giovedì 4 ottobre) la nona edizione dello Spring Attitude Festival, la rassegna più all’avanguardia della Capitale, che porterà a Roma oltre 40 artisti provenienti da tutto il mondo. Musica, arti figurative, visual effects, teatro e ogni tipo di arte sperimentale trova il suo posto nel festival, dislocato tra il Mattatoio di Testaccio, in collaborazione con Romaeuropa Festival, e l’Ex Dogana di San Lorenzo, tra ospiti internazionali e star della musica odierna come Frah Quintale, Myss Keta e Casino Royale.

La serata di apertura si è svolta all’interno del Mattatoio, tra le due sale teatro e la Pelanda, dove si sono alternate le performance audiovisive dell’artista italo-ungherese Kamilia Kard, con le sue istallazioni innovative, la moderna realizzazione di concerto dei Quiet Ensemble, tra tecnologia e natura, immagine e suono. E ancora la stimolante e disturbante arte di Marco Donnarumma, fatta di macchine fuse ai corpi umani in totale simbiosi, a cui si accostano riflessioni sociopolitiche interessanti, e per finire l’inglese Roly Porter e la sua musica ambient elettronica. Il tutto seguito dal Dj set di S/A Soundsystem che propone una moderna concezione di musica techno ed elettronica di stampo mitteleuropeo.

La novità di quest’anno, a partire dalle esibizioni del 5 ottobre, sarà l’Italian Attitude Stage by Molinari, uno dei quattro palchi all’interno dell’Ex Dogana interamente dedicato alle esibizioni di artisti nostrani: Gemello, i Nu Guinea, Frah Quintale, Odeon e tanti altri. Una scelta artistica mirata a lanciare le novità artistiche più interessanti del nostro panorama, che avranno uno spazio a loro disposizione. Anche per le giornate di venerdì e sabato sono attesi dj set fino a tardi, con musicisti di tutte le nazionalità, che porteranno una ventata d’aria d’oltralpe nella Capitale.

Spring Attitude è il festival da non perdere per ogni amante dell’arte in tutte le sue declinazioni non convenzionali, per chi ricerca il fascino della moderna cultura europea e, in generale, per chi non è ancora pronto all’inverno e ad appendere i bermuda al chiodo.

Simone Zangarelli