Al Costanzi di Roma dall’11 febbraio arriva il Figaro del bicentenario

Al Costanzi di Roma dall’11 febbraio arriva il Figaro del bicentenario

766
CONDIVIDI
DIRETTORE Donato Renzetti REGIA, SCENE E LUCI Davide Livermore MAESTRO DEL CORO Roberto Gabbiani COSTUMI Gianluca Falaschi ILLUSTRAZIONI Francesco Calcagnini VIDEO D-Wok INTERPRETI PRINCIPALI ROSINA Chiara Amarù / Teresa Iervolino 14, 17, 21 CONTE D'ALMAVIVA Edgardo Rocha / Merto Sungu 14, 17, 21 FIGARO Florian Sempey / Julian Kim 14,17, 21 DON BASILIO Ildebrando D’Arcangelo / Mikhail Korobeinikov 14, 17, 18, 21 DON BARTOLO Simone Del Savio / Omar Montanari 14, 17 FIORELLO Vincenzo Nizzardo BERTA Eleonora de la Peña AMBROGIO Sax Nicosia (attore) Orchestra e Coro del Teatro dell’Opera Nuovo allestimento

Va in scena un “Figaro” tutto nuovo all’Opera di Roma. Per festeggiare i duecento anni dell’opera più celebre di Rossini il teatro Costanzi ha affidato alla coppia Renzetti-Livermore il compito di rielaborare, rileggere e riproporre uno tra i classici dei classici. Un “Figaro accessibile a tutti”. Sono molte le agevolazioni commerciali per far entrare tutti a teatro.
Infatti, se sotto i 26 anni, appena 30 minuti prima dell’inizio dello spettacolo, è possibile comprare i biglietti rimanenti, di solito i migliori perché più costosi, a soli 15 euro.

Nella lettura di Renzetti il maestro è voluto andare oltre “il classico”, sorvolando sui luoghi comuni. Volendo «ridare Rossini a Rossini». Pur avendone diretti molti, con nomi del calibro di Berganza o Bruscaldini, si è trovato a fianco a un regista che viene da un mondo più pucciniano e verdiano, come Livermore; ma nonostante questa “distanza” la sinergia è stata eccezionale.

Inoltre, questo progetto dedica la prova generale de Il barbiere di Siviglia, mercoledì 10 febbraio (ore 19) ai giovani al di sotto dei 26 anni, che potranno assistere all’opera in anteprima al costo di 15 euro. Si tratta del secondo di una serie di appuntamenti nel corso della Stagione 2015/2016.

Domenica 7 febbraio, ore 11, al Teatro Nazionale appuntamento con il maestro Giovanni Bietti che entrerà nel vivo della partitura con la “Lezione di Opera” per il pubblico Il barbiere di Siviglia – Largo al factotum. Il costo è di 8 euro.
Per maggiori informazioni, prenotazioni e iscrizioni alla mailing-list: Tel. 0648160312 – 532 – 533; fax 06 4872112; promozione.pubblico@operaroma.it

dipartimento.didattica@operaroma.it.

La prima sarà giovedì 11 febbraio (ore 20), quando il pubblico romano potrà godere del nuovo allestimento, firmato dal regista Davide Livermore. Dirigerà l’Orchestra dell’Opera di Roma il maestro Donato Renzetti.

La sera della “prima” l’opera verrà trasmessa in diretta su Rai5. La replica di sabato 20 febbraio, ore 18, cade esattamente nel giorno del debutto assoluto, quando nel 1816 il sipario del Teatro Argentina di Roma si alzò per la prima volta su quella che sarebbe diventata l’opera più celebre e rappresentata di Gioachino Rossini.
Saranno interpreti dei personaggi principali: Chiara Amarù / Teresa Iervolino 14, 17, 21 (Rosina); Edgardo Rocha / Merto Sungu 14, 17, 21 (Conte d’Almaviva); Florian Sempey / Julian Kim 14, 17, 21 (Figaro); Ildebrando D’Arcangelo / Mikhail Korobeinikov 14, 17, 18, 21 (Don Basilio); Simone Del Savio/ Omar Montanari 14, 17 (Don Bartolo); Vincenzo Nizzardo (Fiorello); Eleonora de la Peña (Berta), Sax Nicosia (attore, nel ruolo di Ambrogio). Il Coro del Teatro dell’Opera di Roma sarà diretto dal maestro Roberto Gabbiani.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO