Bollani e il Brasile alla Cavea dell’auditorium

Bollani e il Brasile alla Cavea dell’auditorium

154
CONDIVIDI

Quello tra Stefano Bollani e il Brasile è un amore di vecchia data, che aveva già portato l’istrionico pianista al grande successo dell’album e del tour omonimo Carioca del 2007, che vendette più di 70.000 copie. Nello stesso anno, il pianoforte a coda di Bollani suonò nel mezzo della favela di Pereira de Silva per un concerto evento di risonanza mondiale. Prima di lui era entrato a suonare il piano in una favela solo Antonio Carlos Jobim.

Adesso Bollani ritorna a quelle sonorità che tanto gli sono care con il progetto Que Bom, album dato alle stampe a maggio 2018 e protagonista di un tour mondiale questa estate.

Il nuovo disco è stato interamente realizzato a Rio de Janeiro, nel cuore pulsante della musica brasiliana, ed è composto di soli brani inediti e originali di Bollani. A rendere ancora più preziosa quest’ultima fatica del pianista italiano c’è la presenza, nel disco e sul palco, di alcuni tra musicisti più rappresentativi della scena brasiliana contemporanea.

Dal contrabbassista Jorge Helder al batterista Jurim Moreira, passando per Armando Marçal alle percussioni. Artisti molto amati da Bollani, affiancati qui da Thiago da Serrinha, celebre percussionista di fama internazionale.

Lunedi 16 Luglio – Cavea Auditorium Parco Della Musica

Ore 21.00 I Ingresso 30/35/40 euro

STEFANO BOLLANI – QUE BOM

Stefano Bollani, piano; Jorge Helder, contrabbasso; Jurim Moreira, batteria; Armando Marçal, percussioni; Thiago da Serrinha, percussioni.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO