Che disagio, si ride al Gay Village

Che disagio, si ride al Gay Village

160
CONDIVIDI

Al Gay Village è tempo di un weekend nel segno del disagio giovanile, ma con stile e soprattutto con grande divertimento!Nell’ambito della rassegna teatrale L’Altrovillage, inserita nel programma dell’Estate Romana e promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita Culturale, che Giovedì 28 Giugno alle 21.00 vedrà l’arrivo di Francesco Arienzogiovane comicogià noto per il secondo posto a Italia’s Got Talent e per l’immediato Golden Buzz di Frank Matano che non ha resistito al suo trascinante monologo sull’ansia, l’incertezza e l’incapacità di condivisione in un mondo che condivide tutto per noia. Unospettacolo-preludio il suo “Disagistica Contemporanea”, una stand up comedy d’alto spessore che tratterà il disagio dal punto di vista personale per proseguire poi Venerdì 29 Giugno alle ore 21.30, con l’arrivo da Milano dei profeti del disagio Enrico Pittaluga, Graziano Sirressi, Andrea Panigatti e Luca Mammoli, gli attori della compagnia Generazione Disagioformatasi nel Centro Sociale ZAM, diretti da Riccardo Pippa in “Dopodiché Stasera Mi Butto”, una produzione Proxima Respluripremiata nei più noti festival di teatro italiani e andata in scena a Roma nel neonato OFFOFF Theatre di Via Giulia. Sul palco i quattro protagonisti addestrano il pubblico alla loro dottrina: arrendersi al Disagio, accettarlo e coltivarlo. Con l’aiuto e la partecipazione dal vivo del pubblico in sala, i giocatori dovranno avanzare sul tabellone per accumulare Disagio, destreggiandosi tra prove collettive, prove individuali e caselle “imprevisti”. Obiettivo: la casella finale tutta da scoprire.

28 Giugno, h.21.00: Disagistica Contemporanea, di e con Francesco Arienzo

29 Giugno, h.21.30: Dopodiché Stasera Mi Butto, di e con Generazione Disagio

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO