Grande successo per la “tappa speciale” del Giro D’Italia 2016

Grande successo per la “tappa speciale” del Giro D’Italia 2016

484
CONDIVIDI
Giro d'Italia 2016
Giro d'Italia 2016

Grande successo per la “Tappa speciale” del Giro d’Italia 2016 organizzata da Autostrade per l’Italia in partnership con Polizia Stradale e RCS.

Buona la prima. Cinquecento ciclisti, oltre il doppio di quelli previsti, hanno partecipato oggi 16 maggio 2016 alla “tappa” speciale del Giro d’Italia sull’Autostrada del Sole, nel tratto tra Firenze e Bologna. I numeri confermano e ampliano il successo dell’iniziativa “Un Giro in A1 Panoramica“, ideata e organizzata da Autostrade per l’Italia in partnership con Polizia Stradale e RCS. Si è trattato di una novità assoluta: per la prima volta una pedalata non agonistica a velocità controllata di circa 36 km si è svolta lungo il vecchio tracciato dell’Autostrada del Sole, dall’area di servizio Aglio Ovest sino al casello di Pian del Voglio e ritorno, che per l’occasione è stato eccezionalmente chiuso alla circolazione.

«L’iniziativa di oggi – commenta il Viceministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Riccardo Nencini, appassionato ciclista, nipote di Gastone Nencini, vincitore del Giro d’Italia nel 1957 e del Tour de France nel 1960 e presente oggi alla partenza – punta a valorizzare la “Panoramica”, il vecchio tracciato dell’A1 che non deve essere abbandonato a se stesso, dopo l’inaugurazione della Variante di Valico, ed esalta la bellezza delle terre del Mugello. È la strada ideale per chi non ha fretta e intende percorrere l’autostrada in sicurezza ammirando le bellezze del territorio. Applausi ad Autostrade per l’Italia per questa bellissima iniziativa».

«La partnership tra Autostrade per l’Italia e Polizia Stradale permette di aumentare la sicurezza per chi viaggia e rende le nostre autostrade le più sicure d’Europa, – afferma Roberto Sgalla, Direttore Centrale per la Polizia Stradale, Ferroviaria delle Comunicazioni e per i Reparti Speciali della Polizia di Stato – negli ultimi anni, infatti, abbiamo raggiunto l’obiettivo del piano per la sicurezza europea di ridurre del 50% gli incidenti mortali in autostrada. Il vecchio tracciato dell’A1 – conclude Sgalla – racchiude il fascino di una bella passeggiata e sono sicuro che molti automobilisti continueranno a percorrerlo».

«È la prima volta nella storia che si svolge una iniziativa del genere – aggiunge Francesco Delzio, direttore relazioni esterne, affari istituzionali e marketing di Atlantia e Autostrade per l’Italia – che punta a valorizzare la Panoramica attraverso una nuova vocazione turistica: il panorama che si può ammirare attraversando il vecchio tracciato dell’A1 è straordinario dal punto di vista paesaggistico e consente di godersi appieno il piacere del viaggio. La grande partecipazione a questa iniziativa e l’entusiasmo di appassionati, ex campioni del ciclismo e rappresentanti delle Istituzioni conferma la bontà della nostra idea».

Tra i presenti all’iniziativa anche l’onorevole Paolo Gandolfi, coordinatore dell’Intergruppo parlamentare Mobilità Ciclistica, il Sindaco di Barberino del Mugello, Giampiero Mongatti, e una serie di protagonisti della storia del ciclismo tra i quali Stefano Allocchio, starter ufficiale del Giro, Guido Bontempi, Igor Astarloa, campione del mondo nel 2003, Marco Velo, 4 volte campione italiano a crono e Gianni Motta, vincitore del Giro d’Italia nel 1966. Ad attendere i ciclisti all’arrivo un testimonial d’eccezione della sicurezza stradale, Giancarlo Antognoni, centrocampista della Nazionale italiana che fu campione del mondo nel 1982: al termine della pedalata Antognoni premierà gli “eroi della sicurezza”, ovvero uomini in divisa della Polizia Stradale e addetti alla viabilità di Autostrade per l’Italia che con coraggio e abnegazione hanno contribuito a salvare vite umane ed a risolvere situazioni difficili.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO