Il rock diventa Symphony, al Vascello di Roma i grandi brani diventano...

Il rock diventa Symphony, al Vascello di Roma i grandi brani diventano orchestrali

864
CONDIVIDI

Il 4 e il 5 giugno alle 21.00 al Teatro Vascello (via Giacinto Carini 78) va in scena “Rock Symphony”. Uno spettacolo unico nel suo genere, diviso in quattro tempi, come in una sinfonia classica, ma basato su capolavori del rock rivisitati.

Primo tempo “Lo spirito del rock”, secondo tempo “Alienazione psichedelica”, terzo tempo “Il lato splendente del rock”, quarto tempo “La fine è un nuovo inizio”.

Ascolterete brani di Queen, Deep Purple, King Crimson, Nirvana, Radiohead, REM, PFM, Muse, Led Zeppelin, U2, rivissuti e assemblati come se, nell’aldilà Brahms, Beethoven e Tchaikovsky avessero incontrato Frank Zappa, Freddie Mercury e Kurt Cobain.

I più famosi pezzi rock degli anni ‘70-’90, riarrangiati in chiave sinfonica dal maestro Vincenzo De Filippo, saranno eseguiti da un organico di tutto rispetto: oltre 40 elementi del coro “More than Gospel”, voci soliste, quattro sax, chitarra elettrica, pianoforte, sintetizzatore, basso e batteria. Circa 60 artisti sul palco ripercorranno insieme al pubblico la storia del rock.

Il 6 luglio lo spettacolo sarà replicato al Teatro India (Lungotevere Vittorio Gassman 1).

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO