Il teatro fuori del teatro all’Eliseo, si inizia con Il Misantropo

Il teatro fuori del teatro all’Eliseo, si inizia con Il Misantropo

71
CONDIVIDI

Eliseo InMovimento  è un percorso dedicato alla contemporaneità che prende corpo negli spazi inusuali del teatro. Una programmazione dentro la programmazione, con un’attenzione particolare alle nuove forme espressive, ai nuovi linguaggi spaziando dalla musica all’arte alla poesia alla danza con l’obiettivo di intercettare i cambiamenti del nostro tempo e promuovere connessioni inedite.

 

Dal 19 settembre sarà il foyer della platea, in mezzo ai tavolini del bar in cui vengono serviti gli aperitivi al pubblico, ad ospitare Misantropo, ovvero liberi esperimenti dell’arte del vivere sociale di Molière. L’adattamento e la regia di Francesco Frangipane ci introducono infatti non più alla corte di Francia del Seicento ma al vernissage dell’artista poliedrico Oronte. Fra risate, perfidie, pettegolezzi impastati di spritz e l’ennesimo ballo selezionato dal dj in sala, si susseguono le false promesse d’amore dell’affascinante Celimene all’innamorato Alceste, parole che svelano l’impietosa superficialità di una vita costruita sull’apparenza.

Il tutto con il pubblico, spettatore muto situato al centro di una scena di vita in cui può solo osservare – osservandosi – questa fauna di uomini e donne.

Da martedì 19 a domenica 24 settembre 2017 ore 21.30

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO