In scena “La Bottega Fantastica” con la coreografia di Luciano Cannito degli...

In scena “La Bottega Fantastica” con la coreografia di Luciano Cannito degli allevi della Scuola di Danza dell’Opera

301
CONDIVIDI

Gli allievi della Scuola di Danza del Teatro dell’Opera di Roma, diretta da Laura Comi, ballano per la prima volta – al Teatro Nazionale dal 29 novembre al 7 dicembre 2016 – La Bottega Fantastica, balletto che il coreografo e regista Luciano Cannito crea appositamente su di loro.

La Boutique Fantasque di Léonide Massine viene riletta da Luciano Cannito in maniera frizzante e molto personale, regalando a grandi e piccini un allegro balletto che ben si addice al periodo  prenatalizio.

Il coreografo italiano agisce sulla drammaturgia del balletto proprio come Ottorino Respighi agisce sulla partitura musicale. Il compositore, musicologo e direttore d’orchestra bolognese compone La Boutique Fantasque (1919) traendo spunto da dei brani per pianoforte del compositore pesarese Gioacchino Rossini. Il risultato della creazione originale, dal punto di vista musicale, mantiene vivo il gusto raffinatissimo dei due grandi Maestri italiani. Così la rilettura, La Bottega Fantastica, pur partendo dalla versione di Massine, dal punto di vista della composizione drammaturgica, riluce della visione di Cannito che tiene conto della produzione teatrale e cinematografica. Racconta di botteghe misteriose, piccoli negozi mediorientali, dove trovare mappe del tesoro alla Indiana Jones e stanze di giocattoli dove automi, bambole e robot, nell’oscurità della notte, prendono vita proprio come nel film Toy Story. Questo mondo affascinante è regolato dal vecchio negoziante che conosce il desiderio di ogni oggetto in vendita: il confine tra realtà e fantasia è sottile.

 


NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO