La personale di Stefano Canto alla galleria Matèria dal titolo “Sotto l’influenza...

La personale di Stefano Canto alla galleria Matèria dal titolo “Sotto l’influenza del Fiume”

288
CONDIVIDI

Fino al 19 maggio Matèria ospita la seconda personale in galleria di Stefano Canto, dal titolo Sotto l’influenza del Fiume. Sedimento, in cui l’artista prosegue la sua ricerca sull’archeologia di Roma, intesa come città “liquida”.

Entrando negli spazi di Matèria ci si trova circondati dall’opera dell’artista: una serie di impalcature di tubi innocenti che occupano le pareti perimetrali del primo ambiente della galleria. Queste strutture, provenienti da un cantiere edile, si sviluppano verticalmente per rivestire quasi del tutto lo spazio, invitando lo spettatore ad introdursi in questa fabbrica in cui tutto si riferisce al concepimento della scultura.

Questo magma trova la sua solidificazione all’interno di grandi vasche installate nella seconda sala della galleria, nelle quali è stato ricreato il microcosmo del Tevere. Al loro interno, grazie alla polvere di cemento rilasciata da una macchina sopraelevata e appositamente progettata che ricorda una betoniera, si attiva un processo fortemente accelerato di costruzione di sedimenti della città “liquida”, fossili emblematici del nostro tempo. Canto delega la costruzione della sua opera a questo processo, che amplifica il carattere poetico del lavoro, lasciando allo spettatore la possibilità di osservare la scultura nel momento del suo farsi.

Così giorno dopo giorno, le scaffalature accolgono nuove sculture-sedimenti e la mostra muta costantemente, trasformando lo spazio in un deposito di archeologia del quotidiano.

Fino al 19 maggio 2018
Matèria, Via Tiburtina 149, Roma
Orari: da martedì a sabato dalle 11:00 alle 19:00

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO