Morta in Francia Magali Noël, l’indimenticabile Gradisca di “Amarcord”

Morta in Francia Magali Noël, l’indimenticabile Gradisca di “Amarcord”

1327
CONDIVIDI

Dire Amarcord significa dire Gradisca, la disponibile donna formosa che in qualche modo rappresenta nel film la nostalgia per gli appetiti adolescenziali di Federico Fellini. Ebbene, dopo il maestro, anche Gradisca è scomparsa. La cantante e attrice francese Magali Noël, è morta a 83 anni, nella casa di riposo per anziani dove da tempo risiedeva, nella località di Chateauneuf-Grasse, nel dipartimento delle Alpi Marittime. L’artista era nata in Turchia nel nel 1931 con il nome di Magali Guiffray. Formosa e vistosa, Noël aveva debuttato come cantante di cabaret e poi si era lanciata nel cinema negli anni Cinquanta, in controtendenza rispetto alle attrici dell’epoca, che avevano i volti di Brigitte Bardot, Jeanne Moreau, Annie Girardot. Con un’ottantina di film all’attivo, il suo primo successo arrivò nel 1956 grazie a Jean Renoir, con la pellicola Elena e gli uomini, che le aprì una carriera artistica molto legata al cinema italiano. In Francia, ebbe anche una carriera di successo come cantante. Destinata a rimanere nell’immaginario collettivo per Gradisca, il ruolo le fu affidato da Fellini come seconda scelta. Era stato inizialmente affidato a Edwige Fenech, ma poco prima di firmare il contratto Fellini cambiò idea, perché secondo lui Edwige, nonostante la formosità, era troppo magra. L’attrice non riusciva a prendere chili, e quindi Fellini scelse Magali Noël, che aveva una fisicità più prorompente, ed era di 16 anni più grande.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO