SAVED di Edward Bond, dal 29 novembre al 10 dicembre al teatro...

SAVED di Edward Bond, dal 29 novembre al 10 dicembre al teatro Vascello

184
CONDIVIDI

La pièce di Edward Bond è uno spaccato di una famiglia e di un gruppo di giovani, le cui vite convergono in un macabro avvenimento (quello del brutale omicidio di un neonato) per poi cercare di distaccarsene e di riprendere a vivacchiare, nell’ottica delle costrizioni della vita contemporanea . Le vicende di queste esistenze marginali, consumate in un contesto di squallore e dominato dall’istinto di morte, mettono a nudo una colpa individuale e collettiva, di cui ognuno di noi sembra detenere una quota.

Ambientato nella periferia di Londra (che però  rappresenta quella “periferia” fisica e interiore con cui quasi tutti nel mondo hanno o hanno avuto modo di entrare in contatto) e nello spazio angusto di una piccola abitazione che funge da riflesso a questa realtà limitata e limitante l’opera si esplica a passi cadenzati tra frenetiche scene collettive e lunghi dialoghi; questa variabilità del ritmo, che sembra apparentemente svuotare i significati delle azioni (come nel vivo della vicenda le stesse azioni si svuotano delle loro conseguenze pratiche, per cedere nel finale all’inesorabile scorrere del tempo), porta l’inevitabile sensazione di straniamento a collocare lo spettatore in uno spazio alterno e allo stesso tempo fondamentale per tutto ciò che viene rappresentato.

I personaggi, tutti egualmente protagonisti delle vicende di cui sopra, attraverso questo procedere antidrammatico nel testo diventano i tramiti della testimonianza rappresentativa degli eventi squallidi e sconcertanti, che nel nostro caso (e nel teatro di Bond tutto) sono alla base della poetica della violenza e dell’alienazione (come quella spettatoriale) insite nella società e nelle realtà dipinte dal drammaturgo e da chi mette in scena l’opera.

SAVED di Edward Bond (traduzione di Tommaso Spinelli) con Francesco Biscione,Manuela Kustermann,  Lucia Lavia, Gianluca Merolli, Marco Rossetti e con Antonio Bandiera, Carolina Cametti, Michele Costabile, Marco Rizzo e Giovanni Serratore  andrà in scena dal 29 novembre al 10 dicembre, dal martedì al sabato alle h 21 e di  domenica alle h 18 presso il Teatro Vascello di Roma.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO