“Stanza a tre”, un’ora di claustrofobia per tre donne che vogliono dire...

“Stanza a tre”, un’ora di claustrofobia per tre donne che vogliono dire la verità

142
CONDIVIDI

In una stanza di un ospedale si trovano tre donne: Beatrice, una 18enne arrabbiata con il mondo degli adulti fatto di indifferenza ai suoi bisogni di affetto e accudimento, Antonella, 30enne, in attesa che il marito la venga a riprendere per ricominciare la sua vita familiare e sperare di rimanere incinta dopo aver perso il primo figlio, ed infine Carla, 50 anni, una donna cinica e volgare che odia il suo corpo e gli uomini perché non è mai riuscita ad essere amata per quello che è, ma solo desiderata come oggetto sessuale.

 

La storia si svolge in presa diretta: un’ora in attesa di essere chiamate per il pranzo e durante la quale il dramma personale che ognuna di loro nasconde emergerà impietosamente tra alleanze e scontri feroci. Un’ora claustrofobica in cui ognuna svelerà la propria storia. Un’ora che forse potrebbe cambiar loro la vita.

 

 

27 – 28 aprile ore 21.00 – 29 aprile ore 18.00
Teatro Furio Camillo
via Camilla 44 – Roma
Costo biglietto: 12€ + 2€ tessera associativa

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO