“Upwelling – La Risalita delle Acque Profonde”, alla Casa del Cinema una...

“Upwelling – La Risalita delle Acque Profonde”, alla Casa del Cinema una storia di rinascita

212
CONDIVIDI

Il film verrà presentato dal direttore della Casa del Cinema Giorgio Gosetti e da Luca Mosso, direttore del FilmmaKer Fest, alla presenza dei due autori, della produttrice Esmeralda Calabria e del montatore Giannandrea Caruso

 L’accesso in sala è gratuito e sarà garantito fino ad esaurimento dei posti disponibili

Il documentario “Upwelling – La Risalita delle Acque Profonde” (Italia, 2016, 77’) diretto da Pietro Pasquetti e Silvia Jop viene accolto alla Casa del Cinema al rientro dal Festival di Visions du Réel dove (proiettato in anteprima internazionale) ha vinto il premio come film più innovativo tra i lungometraggi in concorso (https://www.visionsdureel.ch/en/festival/2017-awards). Il film verrà presentato giovedì 11 maggio alle ore 18.15 dal direttore della Casa del Cinema Giorgio Gosetti e da Luca Mosso, direttore del FilmmaKer Fest di Milano dove il doc è stato presentato in prima mondiale – unico film italiano al concorso internazionale di Filmmaker – e si è aggiudicato il premio giuria dei giovani. Saranno inoltre presenti gli autori, Pietro Pasquetti e Silvia Jop, la produttrice,Esmeralda Calabria e il montatore, Giannandrea Caruso.

Il documentario è ambientato a Messina, una città che è stata completamente ricostruita a seguito di uno dei più devastanti disastri naturali del Novecento. Nell’eco di una catastrofe che non si è mai del tutto consumata, emergono tra i frammenti della città i risultati di una lenta risalita che come un’onda, l’upwelling appunto, nasce dal fondo del mare e porta gli abissi in superficie. In un’apparizione continua di personaggi, che si muovono come satelliti di un universo vivo e inaspettato, si raccolgono i tentativi di resistenza e di rivitalizzazione che sfuggono alle consuetudini storiche di una città deteriorata e immobile. Per due anni Pasquetti e Jop si sono immersi in questa realtà, hanno provato a stabilire un’intesa profonda con le persone che poi sarebbero diventate personaggi del loro film, mantenendo sempre viva la ricerca di una relazione tra il concetto di catastrofe e quello di risalita.


NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO