Vinòforum 2016: trascorrere una serata all’insegna del sapore e del gusto

Vinòforum 2016: trascorrere una serata all’insegna del sapore e del gusto

552
CONDIVIDI

 

Apollineo e Dionisiaco si uniscono al Vinòforum di Roma, manifestazione che vede protagonista vino di alta qualità e cibo gourmet a prezzi quasi popolari. Acquistando il biglietto d’ingresso, si ha diritto ad un bicchiere di vetro per consumare un carnet di 10 degustazioni di vino e la partecipazione ( su prenotazione e fino ad esaurimento posti) agli eventi gratuiti.

I numeri dell’evento sono da capogiro: le cantine presenti sono 500, 2500 le etichette, 20 i temporary restaurants ( di cui 16 sono italiani, 4 internazionali), 30 gli chef stellati affiancati da 10 maestri pizzaioli e il tutto compreso in uno spazio molto vasto tra Ponte Milvio e Stadio Olimpico.

Le vibrazioni che si respirano al Vinòforum, che ormai è alla XIII edizione, sono positive e piacevoli: hanno il profumo di passione e il sapore di eccellenza. Una manifestazione che può essere apprezzata da conoscitori e non grazie alla presenza ad ogni stand di sommeliers che guidano i visitatori nella scelta dei vini da degustare e ne illustrano le qualità. La selezione è ottima e molto varia: da segnalare, per chi volesse assaggiare prodotti internazionali, i vini sud africani. I sommeliers e il personale presente ai vari stand è gentilissimo e molto disponibile a fornire indicazioni e informazioni su ciò che si assaggia.Il consiglio è, dunque, di approfittarne e lasciarsi guidare dagli esperti.

Uniche pecche l’assenza di musica (che forse avrebbe aggiunto alle serate un pizzico di piacere in più) e la scarsa presenza di aree o posti dove sedersi e assaporare i prodotti con maggiore comodità. Nel complesso, giudizio molto positivo ed evento consigliato a tutti, appassionati e non, per una serata all’insegna del sapore e del gusto.

 

Francesco Morelli

 


NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO