Home musica ACCADEMIA DI SANTA CECILIA – PAPPANO DIRIGE IL REQUIEM DI MOZART E...

ACCADEMIA DI SANTA CECILIA – PAPPANO DIRIGE IL REQUIEM DI MOZART E SHAHAM PER BERG, CONCERTO PER VIOLINO

123

Stagione Sinfonica

Auditorium Parco della Musica – Sala Santa Cecilia

giovedì 24 gennaio ore 19.30 – sabato 26 ore 18 – domenica 27 ore 18

Antonio Pappano

dirige il Requiem di MOZART

 

torna Gil Shaham  nella stagione di santa cecilia e interpreta il concerto per violino di Berg

 

 

Antonio Pappano festeggerà il primo appuntamento romano del Nuovo Anno dirigendo l’Orchestra e Coro dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia nel grandioso Requiem di Mozart (giovedì 24 gennaio ore 19.30sabato 26 ore 18domenica 27 ore 18.00 Auditorium Parco della Musica, Sala Santa Cecilia). L’ultima, la più nota composizione del genio salisburghese è anche quella più controversa e legata a un alone di mistero che – a dispetto dei secoli trascorsi – non perde la sua forza. La leggenda intorno al Requiem, alimentata soprattutto in epoca romantica, è legata alla morte improvvisa e prematura di Mozart che lasciò l’opera incompiuta, fatto che diede vita a illazioni sulla sua committeza e sull’eventualità di un complotto ai danni del compositore. In realtà il Requiem fu ordinato a Mozart – in ricordo della moglie – da un aristocratico, il conte Walsegg, che amava circondarsi della fama di compositore e per questo motivo non voleva avere troppa pubblicità, con l’intenzione di attribuire a sé stesso tutto il merito della composizione. La morte di Mozart sconvolse i piani di Walsegg contribuì ad alimentare la leggenda. La seconda parte del programma mantiene l’intensità emotiva della serata con il Concerto per violino che Alban Berg scrisse negli ultimi mesi di vita su commissione del violinista americano Luois Krasner e che il compositore dedicò ‘alla memoria di un angelo’in ricordo di Manon Gropius, figlia di Alma Mahler e del suo secondo marito, l’architetto Walter Gropius ai quali la famiglia Berg era molto legata. Interprete raffinato e sensibile di questo brano sarà il violinista statunitense Gil Shaham gradito ritorno nella stagione ceciliana dopo due anni di assenza.

Gil Shaham è uno dei più apprezzati violinisti del nostro tempo; la sua tecnica perfetta unita al calore e alla generosità di animo hanno consolidato la sua fama. Vincitore di Grammy Awards, nel 2012 eletto “Musicista dell’anno”da Musical America, è ricercato in tutto il mondo per concerti con le Orchestre e i direttori più prestigiosi, suona in recital solistici e di musica da camera nei festival più prestigiosi. Tra i successi degli ultimi anni c’è l’incisione e le esecuzioni delle Sonate e Partite per violino solo di Bach. Ha in programma un tour mondiale con il pianista Akira Eguchi con il quale suona da tempo in duo.

Suona regolarmente con i Berliner Philharmonik, Boston Symphony,vChicago Symphony, Israel Philharmonic, Los Angeles Philharmonic, New York Philharmonic, Orchestre de Paris, San Francisco Symphony ed è stato per anni artista residente con le Orchestre di Montreal, Stoccarda e Singapore. Più di due dozzine di sue incisioni hanno vinto Grammy Awards, Gran pris du Disque, Diapason d’Or, eGramophone. Molte di queste incisioni sono con l’etichetta Canary Classics, da lui fondata nel 2004. Tra le sue incisioni 1930s Violin ConcertosVirtuoso Violin Works, Elgar’s Violin ConcertoHebrew MelodiesThe Butterfly Lovers. Le più recenti della serie 1930s Violin Concertos Vol. 2, comprendono il Concerto di Prokofiev e il Concerto n. 2 di Bartók che è stato nominato per un Grammy Award.

Shaham è nato a Champaign-Urbana, nell’Illinois, nel 1971. Si è trasferito con la sua famiglia in Israele dove ha iniziato a studiare violino a sette anni con Samuel Bernstein alla Rubin Academy of Music, ricevendo ogni anno una borsa di studio dalla America-Israel Cultural Foundation. Nel 1981ha debuttato con la Jerusalem Symphony e la Israel Philharmonic, e negli anni seguenti ha vinto il primo premio alla Israel Claremont Competition. Ha studiato alla Juilliard e alla Columbia University. Nel 1990 ha vinto Avery Fisher Career Grant e nel 2008 ha ricevuto l’agognato Avery Fisher Prize. Suona lo Stradivari Contessa di Polignac del 1699.

Auditorium Parco della Musica – Sala Santa Cecilia

giovedi 24 gennaio ore 19.30 – sabato 26 ore 18 – domenica 27 ore 18

Mozart, Requiem

 

Orchestra e Coro dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia

Antonio Pappano direttore

Gil Shaham violino

Mariangela Sicilia soprano

Sonia Prina mezzosoprano

Frédéric Antoun tenore

Georg Zeppenfeld basso

Ciro Visco maestro del Coro

Berg Concerto per violino “Alla memoria di un angelo”

Mozart Requiem K 626

 

 

Biglietti da 19 a 52 Euro

 

I biglietti possono essere acquistati presso:

Botteghino Auditorium Parco della Musica

Viale Pietro De Coubertin Infoline: tel. 068082058

Botteghino Via Vittoria 6 (adiacente Via del Corso, Roma)

solo tramite carta di credito o bancomat

dal lunedì al venerdì ore 11-19, sabato dalle 11 alle 14

Prevendita telefonica con carta di credito:

Call Center TicketOne Tel. 892.101