Home news economia Confesercenti, in otto anni persi sei giorni di vacanza

Confesercenti, in otto anni persi sei giorni di vacanza

810

Il Ferragosto appena trascorso ha segnato rispetto al 2014 un netto aumento degli afflussi di turisti nelle località balneari, ma la strada della ripresa dei consumi degli italiani per le vacanze appare ancora lunga: rispetto al 2007, nel 2015 si è ridotta sia la durata media delle vacanze (-6 giorni) sia il budget previsto per persona (-94 euro). E’ quanto emerge dallo storico delle indagini sulle vacanze degli italiani condotte da Confesercenti con SWG. Nel 2007 – fa notare Confesercenti – sono andati in vacanza 33,1 milioni di italiani, il 72% della popolazione tra i 18 ed i 79 anni, e in media hanno speso 934 euro per persona per trascorrere 17 giorni di villeggiatura. Nel 2015 la durata delle ferie è scesa ad 11 giorni: in particolare, si sono dimezzate le vacanze di durata superiore ad un mese (dall’8 al 4%), mentre sono aumentate le villeggiature da meno di una settimana (dal 32 al 41%). A crescere sono state le mini-vacanze ed i weekend: quest’anno il 17% dei vacanzieri ha preventivato una spesa intorno ai 250 per persona, più del doppio della quota di italiani dal budget minimo registrata nel 2007. In media, quest’estate i viaggiatori hanno previsto una spesa di 840 euro per persona. Nonostante il recupero sullo scorso anno, nel 2015 è sceso anche il numero degli italiani che ha pianificato una vacanza: quest’estate sono stati 31,8 milioni, 1,3 milioni in meno rispetto a prima della crisi.