Jazz e Musei, a Palazzo Braschi arriva il Jazztales

Jazz e Musei, a Palazzo Braschi arriva il Jazztales

270
CONDIVIDI

Dopo il successo delle aperture serali dei Musei di Villa Torlonia, a luglio gli eventi del sabato sera trovano nuova ospitalità presso il Museo di Roma Palazzo Braschi. Si inaugurerà sabato 1 luglio con il programma musicale Jazz, letteratura, ritmo organizzato in collaborazione con la Casa del Jazz.

L’orario di apertura dalle 20 alle 24 (ultimo ingresso alle ore 23) consentirà al pubblico di visitare anche in orario serale lo storico palazzo che affaccia su Piazza Navona ammirando, con il costo simbolico di un euro, le bellezze della collezione permanente.

Il suggestivo spazio del cortile di ingresso al museo, accessibile gratuitamente a tutti, farà da scenario all’esibizione del Jazztales sextet impegnata nello spettacolo Jazz e  letteratura sincopata. Un grand tour musicale tra gli scrittori del Novecento, un viaggio alla scoperta delle assonanze tra la musica jazz e lo stile di scrittura sincopato di alcuni dei più grandi scrittori del novecento. Al secondo piano, nella Sala Torlonia, sarà invece la session jazzistica del Roberto Tarenzi Trio ad affascinare i visitatori con il suono del pianoforte accompagnato dal contrabbasso di Matteo Bortone e la batteria di Enrico Morello.

 

Il week-end in musica si completerà domenica 2 luglio con i concerti nei piccoli musei a ingresso gratuito. Alle ore 11.30 al Museo Carlo Bilotti Aranciera di Villa Borghese verrà eseguito il programma Musiche di Beethovenrealizzato in collaborazione con MuSa Classica – Sapienza Università di Roma mentre, nel pomeriggio, alMuseo Napoleonico sarà la volta dell’evento La trascrizione nel grande repertorio pianistico in collaborazione con Roma Tre Orchestra.

 

Programma:

Sonata N° 21   in do maggiore  op.53 “Waldstein”

allegro con brio – adagio molto – rondò: allegretto grazioso

 

ConAlessandro Romagnoli (pianoforte)

Sonata N°23 in fa minore op. 57  “Appassionata” 

allegro assai – andante con moto – allegro, ma non troppo – presto

 

Con: Alessandro Leonardo Scapicchi (pianoforte

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO