Home life style cinema Arriva PerSo, il Festival del cinema dedicato al lavoro, ai migranti e...

Arriva PerSo, il Festival del cinema dedicato al lavoro, ai migranti e al disagio

868

Voler raccontare la realtà, con le sue complesse sfaccettature senza se e senza ma, è questo l’obiettivo del Perugia Social Film Festival, PerSo, alla sua prima edizione. Il festival avrà inizio dal 27 settembre e tra i tanti temi che andrà a toccare si parlerà anche di malattia mentale, dipendenza, immigrazione, disagio e disabilità.AAEAAQAAAAAAAAMdAAAAJGIxZjUwNmEzLWEzNGEtNDUwMS1hMjRhLTJhNWVkMmQyMjVjYg
Ospiti illustri, tra i tanti Valerio Mastandrea e Giuliano Montaldo. Quest’ultimo sarà presente la sera della proiezione del suo ultimo film “Sacco e Vanzetti”. Partendo dalla storia tragica dei due emigrati italiani, condannati a morte poi in America per false accuse, si aprirà un dibattito sul tema dell’emigrazione.
La giuria sarà guidata da Roberto Andò e sarà affiancata da altre due giurie, una di detenuti e l’altra composta di profughi politici.
Presidente della manifestazione è Stefano Rulli, sceneggiatore e regista di fama internazionale, con ben cinque David di Donatello sulle spalle, insieme a lui c’è Mario Balsamo, nominato direttore artistico. Filmaker premiato tre anni fa al Festival di Torino.
I due hanno spiegato che l’obiettivo del Festival è «sensibilizzare attraverso la forza delle immagini il grande pubblico sui temi sociali, e nello stesso tempo offrire una vetrina a chi lavora in questo tipo di cinema permettendo di fare emergere impegno e creatività»
Proprio per sottolineare quest’ultimo aspetto, è stato proposto un concorso strutturato in cinque sezioni con un montepremi che arriva oltre le ventimila euro.
Oltre i film del Festival, nei quattro cinema del centro perugino saranno proposte tre retrospettive: una sul mondo del lavoro, con opere di Ken Loach, Comencini. Un’altra sulla follia e una proprio su Andò.

Info: www.persofilmfestival.it