Home eventi Roma, Festival “Shamans of digital era” a Pietralata

Roma, Festival “Shamans of digital era” a Pietralata

925

All’interno del calendario dell’Estate Romana, il 4 e il 5 settembre Largo di Pietralata a Roma sarà animato dalla prima edizione di Shamans of digital era, un festival che vuole raccogliere e mettere in sinergia nuove esperienze e sperimentazioni musicali/sonore con quelle artistiche audiovisive (videoarte, video-scenografie, video-installazioni).
Organizzata dall’associazione IMPULSI Onlus insieme a C.A.R.M.A.- Centro d’Arti e Ricerche Multimediali Applicate, la manifestazione nasce dalla volontà dell’artista intermediale Lino Strangis, anche direttore artistico della manifestazione. Strangis ha interpretato la piazzetta situata nella zona est della capitale «come un ambiente in cui si può intervenire con una installazione site specific. Abbiamo scelto quella piazza per la sua forma che sembra ricordare vagamente un mancato anfiteatro che attende una scena… E quale miglior luogo per ambientare un rituale urbano di audiovisioni dal vivo come Shamans of digital era Festival?». 
Così l’intero allestimento, attrezzature comprese, è concepito come uno scenario sospeso che accoglie le performance dei quattro progetti di ricerca musicale, sonora ed intermediale selezionati: AcreAngelina YershovaE.T.E.R.E. Project e My cat is an alien.
Tra tutti i progetti presentati sono state selezionate quelle esperienze di ricerca linguistica nel campo della musica elettronica e digitale o dell’improvvisazione libera, che hanno mostrato una sensibilità particolare anche all’impatto sensoriale dello spettacolo sul pubblico.
In programma precedentemente alle due serate di spettacoli dal vivo sarà esposta sugli schermi all’aperto una piccola antologia di opere di videoarte in digitale dall’archivio di C.A.R.M.A., che complessivamente conta più di 200 opere da tutto il mondo (selezionate tra migliaia da una equipe di esperti). Gli artisti in mostra saranno Alessandro Amaducci, Valeria Del Vacchio, Igor Imhoff, Ivan Gasbarrini, Igor Krasik, Francesco Lettieri, Artem Ludiankov, Lino Strangis, Tian Xiaolei, Zhou Yi.

Alfonsa Sabatino