Home eventi Srebenica, Roma ricorda lo stermino con l’arte

Srebenica, Roma ricorda lo stermino con l’arte

1037

Nel ventesimo anniversario del genocidio di Srebrenica l’installazione Il tempo sospeso. Sotto i cieli di Srebrenica di Luciano Minestrella, alla Sala Santa Rita dal 9 al 31 luglio 2015, ci conduce nel buio dei luoghi violati e nel silenzio che si è impossessato delle strade e delle piazze, alla ricerca delle ragioni della vita.
Ricorre l’11 luglio il ventesimo anniversario del genocidio di Srebrenica, zona sotto la tutela delle Nazioni Unite, le cui strade, campagne e boschi hanno visto il rastrellamento, la morte e la sepoltura in fosse comuni di 8372 musulmani bosniaci.
Nell’installazione alla Sala Santa Rita una guida di feltro grigio traccia in mezzo allo spazio espositivo una strada che il visitatore percorre. Ai margini scranni vuoti senza ordine, come abbandonati nell’attimo prima di una fuga. In fondo, al termine di questa simbolica via, un altare, che una volta mostrava un corpo che si immolava ed offriva, c’è deposto un tronco di giovane albero abbattuto.
Chissà se coloro che faranno visita a questo luogo con la loro presenza riusciranno a ridare il ritmo al tempo, al tempo sospeso, e rianimare quel frammento vitale che dentro un tronco, quel tronco, da sempre s’annida.
«Srebrenica. Un’immagine di anni fa mi ritorna subito davanti: una nebbia fittissima ostruiva il tracciato di una strada di altipiano. All’improvviso, da uno squarcio nell’umido velo, usciva un popolo in cammino che avanzava sfinito e senza sui volti segni di vita. Alle spalle dell’ultimo esule il fondale si ricomponeva, inghiottendo tutto il mondo da cui quell’umanità fuggiva». Dice Minestrella.

INFO
Dal 9 al 31 luglio 2015
Sala Santa Rita via Montanara (adiacenze piazza di Campitelli).
Apertura martedì-sabato ore 15-19
Ingresso libero
www.salasantarita.culturaroma.it
www.comune.roma.it/cultura
060608 (tutti i giorni ore 9.00 – 21.00)