Home eventi Tra corpo e musica, a Bergamo “The act of seeing with one’s...

Tra corpo e musica, a Bergamo “The act of seeing with one’s own eyes”

231

Dal 15 novembre al 6 gennaio 2021 l’ex ateneo di Scienze, Lettere ed Arti di Bergamo ospita la mostra ‘The Act of Seeing With One’s Own Eyes’, inserita nella decima edizione di ArtDate, Festival di Arte Contemporanea organizzato da The Blank Contemporary Art, in programma a Bergamo dal 12 al 15 novembre 2020.
La mostra è curata da Ed Atkins. Il progetto espositivo, presentato
per la prima volta nel 2019 allo Schinkel Pavillon di Berlino, rende
omaggio alla produzione del padre del cinema sperimentale Stan
Brakhage e del compositore e sound designer David Kamp. Lo spazio dell’Ex Ateneo, diviso in due ambienti speculari, vede dialogare idealmente il video senza sonoro di Stan Brakhage e l’audio
di David Kamp, come riflessione sul cambiamento della corporeità.
Interrogandosi sulle grandi tematiche legate al corpo, ‘The Act of
Seeing With One’s Own Eyes ‘ prende il titolo dall’omonimo video,
parte di una trilogia che il regista americano realizzò presso le
istituzioni statali di Pittsburgh nel 1971. Nell’altra ala viene
riprodotta in sincronia con il filmato una traccia di effetti sonori
naturalistici, in contrasto con il silenzio claustrofobico dell’opera
di Brakhage, registrata dal musicista tedesco David Kamp, compositore, sound designer e sound artist.

The Act of Seeing With One’s Own Eyes è tra gli eventi del Festival
ArtDate, frutto di un’intesa culturale con il Comune di Bergamo volta
alla promozione e alla valorizzazione di Bergamo come città d’arte e
cultura. ArtDate è un evento supportato da Regione Lombardia e
riconosciuto dalla piattaforma Effe – Europe for Festival, Festivals
for Europe per la sua qualità artistica, il coinvolgimento della
comunità locale e al contempo il respiro europeo.