Home oltre Roma Al Dehon di Bologna arriva “The Rocky Horror Show – in concerto”

Al Dehon di Bologna arriva “The Rocky Horror Show – in concerto”

76

Da venerdì 23 a domenica 25 ottobre 2020, feriali ore 21.00 e domenica ore 16.00, andrà in scena al Teatro Dehon la compagnia teatrale La Ragnatela “The Rocky Horror Show – in concerto”.

The Rocky Horror Show, il musical capolavoro di Richard O’Brien, torna al Teatro Dehon nella sua versione concerto a opera della Compagnia Teatrale La Ragnatela, in replica dopo essere andati in scena quest’estate nell’ambito della rassegna (p)Rose d’Estate.

Definito come “la madre di tutti i musical”, apoteosi della cultura pop, The Rocky Horror Show è diventato una leggenda, un simbolo internazionale che da oltre 40 anni attira folle di spettatori nei teatri di tutto il Mondo per assistere alle curiose disavventure di Brad e Janet che inaspettatamente si ritrovano al castello del Dott. Frank-N-Furter, finendo coinvolti nell’annuale “Festival Trans-ilvano” che sconvolgerà per sempre le loro vite.

Al Teatro Dehon, torna il fenomeno The Rocky Horror Show nella versione concerto della compagnia bolognese La Ragnatela, per la regia di Carlo Picchi, che saprà trasportarvi in una galassia fatta di guanti di pizzo, giarrettiere, boa di piume, calze a rete e corpetti luccicanti.

Vi aspetta uno spettacolo trasgressivo che da sempre ha saputo sdoganare e giocare con i temi di sesso, alieni, gender-bender, apparenza, non-sense, promiscuità, divismo e follia riuscendo a fare il tutto esaurito ogni volta che viene presentato.

L’irriverenza che caratterizza il Rocky Horror Show ha saputo farlo amare da milioni di fans.

Proprio per questo, la particolarità unica di The Rocky Horror Show è che lo spettacolo non avviene solo sul palco ma anche tra il pubblico che non riesce a restare fermo poiché inevitabilmente travolto a ballare, inevitabilmente sul posto, ma comunque a divertirsi e a scatenarsi libero di fare (quasi) qualsiasi cosa e soprattutto libero di essere qualsiasi cosa, perché:

“DON’T DREAM IT, BE IT”