Home mostre Alla galleria Restelliartco arriva la personale “Ego te absolvo” di Donnini

Alla galleria Restelliartco arriva la personale “Ego te absolvo” di Donnini

35

E’ diretta, senza ipocrisie o compromessi come il suo autore, l’opera con cui Gabriele Donnini, tra i tatuatori più noti della Capitale, partecipa per la prima volta in esclusiva per la Galleria Restelliartco. alla Rome Art Week, la settimana capitolina più importante dedicata all’arte contemporanea che per quest’anno si
terrà dal prossimo 26 fino al 31 ottobre, con modalità di fruizione
anche online. Un’opera che racconta il vissuto di Gabriele Donnini elo fa da un’angolazione assolutamente originale: guardando all’esperienza carceraria non soltanto attraverso i suoi occhi, ma anche e soprattutto tramite gli sguardi ed il sentire di coloro che all’interno della medesima cella lo avevano preceduto. In ‘Ego te absolvo’, la superficie del teschio è ricoperta da innumerevoli scritte: le stesse che Donnini riporta su un taccuino copiandole dalle pareti della cella durante il periodo della detenzione: ‘Amo Mamma’, la scritta che nel tatuaggio carcerario fatto a croce, diventa un modo per chiedere perdono alla propria madre e poi ‘Don’t cry for me’, ‘The Fall of a man’, ‘Game over’, ‘Je ne regrette rien’, solo per citarne alcune.Un’opera che diventa quindi testimonianza collettiva e dà voce a chi, all’interno di quelle quattro mura, ha odiato, si è disperato, ha giurato vendetta, ha perso le proprie illusioni, semplicemente non ha
finto, ha avuto fede o si è convertito, abbassando la testa davanti a quella croce che nell’opera è simbolicamente appoggiata alle sbarre in ferro che racchiudono il teschio e che attraverso il volto di un Cristo sofferente parla di comprensione e di pietà: Ego te absolvo a peccatis tuis in nomine Patri set Filii et Spiritus Sancti.