Home teatro All’Ambra Jovinelli si va via con un vento di risate

All’Ambra Jovinelli si va via con un vento di risate

1239

«Il riso castiga certi difetti pressappoco come la malattia castiga certi eccessi». Diceva Henri Bergson. E cercare di decostruire un mito non è un’impresa facile. Eppure, Virginia Acqua con la sua versione del già noto “Hollywood” ci è riuscita benissimo.

Ed è stata una tempesta di risate. Il trio eccezionale di Antonio Catania, Gianluca Ramazzotti e Gigio Alberti, ha scatenato il pubblico dello Jovinelli a Roma con Hollywood, la commedia di Ron Hutchinson, con la regia di Virginia Acqua, in scena fino al 27 novembre.

L’adattamento della regista, fedele al film, ha saputo raccontare la vera storia che ha portato alla creazione della storia di tutte le storie: “Via col Vento”. Tra rancori personali, diverse filosofie professionali, piccoli e grandi scaramucce, tre anime profondamente diverse ma tutte in cerca della grandezza si ritrovano in una clausura forzata di cinque giorni.

Una clausura fertile che ci ha dato un capolavoro. Ma è il viaggio che diverte e quanto diverte.

Si scontrano sul palco, in modo leggero e mai pedante, diversi point of view sul ruolo della scrittura: dal sionismo militante dello sceneggiatore all’americanismo fattivo del regista, nato autista e diventato genio della cinepresa.

Senza contare Antonio Cataniai, mattatore instancabile della serata, nelle vesti dell’impresario visionario e cinico.

In questa macchina teatrale tutto è perfetto. Anche la segretaria, vero ruolo di confine tra il mondo interno della creazione artistica e il mondo esterno: Paola Giannetti.

Tutto quanto riesce così alla perfezione che lo spettacolo si può vedere e rivedere per divertirsi e ridere sempre con la stessa serena intensità.