Home musica Bryce Dessner torna a Roma con le sorella Labèque al Romaeuropa Festival

Bryce Dessner torna a Roma con le sorella Labèque al Romaeuropa Festival

68

Grammy Award per Best Alternative Music Album e Best Chamber Music/Small Ensamble, fondatore e chitarrista dei The National e artista residente alla San Francisco Symphony Orchestra dal 2020, Bryce Dessner torna in Italia dopo il successo di Don’t fear the light a Romaeuropa 2019, con uno speciale concerto che il Romaeuropa Festival 2020 dedica alla sua musica. Con il Parco della Musica Contemporanea Ensemble diretto da Tonino Battista, la straordinaria partecipazione di Katia e Marielle Labèque, definite dal New York Times il duo pianistico più famoso al mondo, e il compositore Luca Nostro, prima chitarra del PMCE, il live attraversa le sue più celebri composizioni: da St. Carolyn by The Sea a Lachrimae, da Wires Ahyem passando per la prima assoluta della nuova versione di Concerto for two Piano, composizione realizzata proprio per le Labèque e presentata per la prima volta dalla London Philharmonic Orchestra, un imponente inno alla bellezza che si ispira alla musica classica del Novecento.

Compositore poliedrico che spazia dalla classica al pop, Bryce Dessner è uno dei punti di riferimento della musica contemporanea, ha lavorato con alcuni dei musicisti e artisti visivi più creativi e rispettati al mondo tra cui Philip Glass, Steve Reich, Johnny Greenwood, Justin Peck, Hiroshi Sugimoto e Matthew Ritchie.

Tra i musicisti più ricercati della sua generazione, il fondatore dei The National ha composto anche per il cinema: dalla colonna sonora di The Revenant del premio Oscar Alejandro Gonzalez Iñárritu, tra cui il brano El Chan scritto per le sorelle Labèque, fino a quella per il film Netflix The Two Pope in cui tiene insieme la musica orchestrale con quella ispirata alla tradizione argentina, guardando in particolare a Mercedes Sosa e a Dinu Saluzzi.

Musicista colto che pubblica per Deutsche Grammophon, storica etichetta leader mondiale delle pubblicazioni dedite alla musica classica, Dessner non ha mai rinunciato alle sue incursioni nell’universo pop: «non faccio differenza fra la mia attività con classica e quella col rock. Sono sempre lo stesso musicista». È proprio in quest’ottica che si inserisce la sua recente collaborazione insieme a suo fratello Aaron al fianco di Taylor Swift con cui ha lavorato per le orchestrazioni dell’ultimo album Folklore radunando un mix di musicisti raccolti in tutto il pianeta.