Home teatro “Fuorigioco The Pass” di John Donnelly al Piccolo Eliseo

“Fuorigioco The Pass” di John Donnelly al Piccolo Eliseo

336

Dodici anni. Tre camere d’albergo. Un’ultima scommessa.

Quanto sei disposto a perdere per vincere?

Una camera d’albergo a Bucarest, 2006. Cristian e Ade sono diciannovenni. Si allenano con la primavera di una famosa squadra di calcio di Roma da quando avevano otto anni, e ora sono in competizione per lo stesso ruolo. È la sera prima del debutto in prima squadra – una partita di Champions League – e sono in una camera d’albergo a Bucarest. Dovrebbero dormire, ma sono troppo eccitati. Si allenano, combattono, ridono, parlano di ragazze. E poi, improvvisamente, Cristian bacia Ade. Stacco a… Una stanza d’albergo a Barcellona, cinque anni dopo Cristian è in una costosa suite con una lap-dancer: Linda. È notte fonda, hanno bevuto, e lui sta cercando di portarla a letto. Ormai è uno dei calciatori più famosi del mondo. La borsa di Linda è dotata di una videocamera nascosta – è una trappola – ma alla fine diventa chiaro che non solo Cristian è a conoscenza della telecamera, ma è proprio lui ad aver commissionato in segreto questa truffa. Cristian vuole che su internet giri un video porno con una ragazza per smentire la voce che sia gay. Linda vuole andarsene ma lui insiste. Lei chiede il doppio per andare fino in fondo, del resto ha un figlio a carico. Lui accetta. Stacco a… Una camera d’albergo a Milano, cinque anni dopo Cristian ora ha ventinove anni, un divorzio alle spalle e un ginocchio in via di riabilitazione dopo un’operazione al legamento crociato. Sta finendo di scontare una squalifica di 5 giornate per via di un brutto fallo. Nella sua Penthouse c’è Ade, che non vede da dodici anni. Ade ora è un idraulico, e Cristian gli ha chiesto di venire a Milano per offrirgli un lavoro. Dice che vuole un preventivo per la sua villa in Grecia, ma sospettiamo che provi ancora qualcosa per Ade. Ade ora è apertamente gay, ha una storia con un ragazzo, mentre Cristian nega la propria sessualità.

Iniziano a bere, e Cristian chiama la reception per avere un cacciavite in modo da poter smontare la TV dal muro e gettarla dalla finestra. Un giovane cameriere, Enrico, porta il cacciavite e viene coinvolto da Cristian in un gioco pericoloso a base di alcol e droghe. Si crea una grande tensione fra i tre che sfocia in un confronto molto acceso tra Cristian e Enrico, che verrà cacciato dalla stanza. Ora Cristian non ha più tempo e scuse a disposizione. Deve ammettere cosa prova per Ade. Non ci riesce.

Alla fine Ade se ne va.

Piccolo Eliseo

da giovedì 31 gennaio a domenica 17 febbraio 2019