Home mostre Gli Uffizi e l’anno dantesco: ecco la mostra “Dante nell’arte dell’Ottocento”

Gli Uffizi e l’anno dantesco: ecco la mostra “Dante nell’arte dell’Ottocento”

46

“Dante nell’arte dell’Ottocento” è il titolo di un’esposizione degli Uffizi a Ravenna in occasione del settimo centenario della morte del Sommo Poeta (1321-2021). Il progetto nasce dalla collaborazione tra il Comune di Ravenna e le Gallerie degli Uffizi di Firenze, definita con un protocollo di intesa che, nell’ambito di una collaborazione pluriennale, prevede prestigiosi prestiti per la mostra “Dante. Gli occhi e la mente. Le Arti al tempo dell’esilio” e un nucleo di opere ottocentesche dedicate alla figura di Dante Alighieri da esporre a Ravenna in deposito a lungo periodo, come parte integrante del progetto “Casa Dante”. Inoltre ogni anno, in concomitanza con l’annuale cerimonia del dono dell’olio per la tomba del Sommo Poeta da parte della Città di Firenze, gli Uffizi presteranno alla città di Ravenna un’opera a tema
dantesco. La prima opera ad aprire il percorso espositivo dedicato all’autore della “Divina Commedia” è “Dante in esilio”, olio su tela del pittore
forlivese Annibale Gatti (1827-1909), in mostra da oggi al 5 settembre
2021 nei Chiostri francescani, limitrofi alla tomba di Dante. Nell’opera di Gatti il Poeta è ritratto in un momento di intima riflessione, in compagnia del figlio, nella pineta di Classe, citata da Dante nel Purgatorio e luogo a lui caro, ricordato in mostra anche attraverso l’esposizione di una selezione di fotografie storiche provenienti dal Fondo Corrado Ricci della Biblioteca Classense.