Home news Le regioni si fanno avanti per la riapertura delle palestre

Le regioni si fanno avanti per la riapertura delle palestre

67

Le indicazioni per la riapertura in sicurezza delle palestre
prevedono invece di organizzare gli spazi negli spogliatoi e docce in modo da assicurare le distanze di almeno 2 metri, anche regolamentando l’accesso agli stessi. Il documento sottolinea poi la necessità di regolamentare i flussi, gli spazi di attesa, l’accesso alle diverse aree, il posizionamento di attrezzi e macchine, anche delimitando le zone, al fine di garantire la distanza di sicurezza:
almeno 1 metro per le persone mentre non svolgono attività fisica, almeno 2 metri durante l’attività fisica (con particolare attenzione a quella intensa). Per quanto riguarda infine i cinema e gli spettacoli dal vivo, i posti a sedere dovranno prevedere un distanziamento minimo, tra uno spettatore e l’altro, sia frontalmente che lateralmente, di almeno 1 metro (almeno 2 metri se si consente di stare seduti
senza mascherina]. Questa misura non verrebbe applicata per i nuclei familiari, i conviventi e le persone che in base alle disposizioni vigenti non sono soggette al distanziamento interpersonale. “Stiamo infine valutando anche altre linee guida – conclude il presidente della Conferenza delle Regioni – per le ulteriori attività produttive soprattutto in relazione alla revisione e al riscontro dei diversi scenari di rischio. Occorre poi verificare che alcune attività di servizio alla persona, – parrucchieri, estetisti -, attualmente chiuse nelle zone
rosse possano con l’attuazione di rigidi protocolli riprendere il loro lavoro in sicurezza”.