Home musica Marco Castello, il più originale musicista del panorama italiano arriva con un...

Marco Castello, il più originale musicista del panorama italiano arriva con un doppio appuntamento

58

Ci ha fatto ricordare le migliori gite scolastiche con il suo singolo d’esordio “Porsi” (Ascoltalo qui). Ci ha accompagnato per tutta l’estate con la sua personalissima e travolgente risposta ai tormentoni “Torpi”(Ascoltalo qui). È uno dei talenti musicali italiani più originali e internazionali in circolazione, e ora è finalmente arrivata l’occasione di sentirlo suonare dal vivo.

Marco Castello sarà in concerto giovedì 10 settembre a Milano nell’ambito di CUORI IMPAVIDI, rassegna estiva di concerti acquatici alle Tribune dell’Idroscalo (Biglietti da 11€ + dp, acquistabili su DICE: https://link.dice.fm/b2EPuFShA9 ) e sabato 19 settembre al Teatro India di Roma per Spring Attitude Waves, collaudato format di Spring Attitude – Festival Internazionale di Musica Elettronica e Cultura Contemporanea (Biglietti 15 € + d.p. disponibili su DICE: https://link.dice.fm/8eEbFysQU8 – 18 € al botteghino).

Due date speciali che presentano in anteprima, tra singoli e inediti, il fresco e straordinario sound del polistrumentista siracusano, da anni al fianco di Erlend Øye dei Kings of Convenience nel suo progetto La Comitiva.

Ma ci sono anche altre belle novità all’orizzonte: il 15 settembre è infatti prevista l’uscita del nuovo singolo, “Cicciona”, canzone che anticipa il disco in uscita in autunno per 42 Records in Italia e Bubble Records nel resto d’Europa.

Con le mani nella marmellata neghiamo l’evidenza per non sentirci giudicati ma siamo tacitamente consapevoli che la carne debole sia il miglior pretesto per un’esistenza di piaceri. dice Marco Castello a proposito del singolo. Chi gode conosce l’estasi di una bellezza segreta che vale piú dei canoni di giusto e sbagliato, mangia che è buono.

***

Marco Castello è un polistrumentista siciliano. Diplomato a Milano in tromba jazz, è in grado di suonare la batteria come un batterista funk e al tempo stesso di cantare, ma è un drago anche alla chitarra, alla tromba, al piano e soprattutto sa scrivere canzoni. Canzoni delicate e che fanno battere il piedino, ben suonate ma pure ancorate alla contemporaneità.

In tutti questi anni ha girato il mondo suonando al fianco di un fuoriclasse come Erlend Øye dei Kings of Convenience nel suo progetto La Comitiva.

Il suo primo album, anticipato dai singoli “Porsi” e “Torpi”, è realizzato a Berlino e prodotto da Marcin Öz che con Erlend condivide l’esperienza The Whitest Boy Alive. Il disco di Marco quindi nasce già internazionale e verrà pubblicato in autunno in Italia da 42 Records e nel resto d’Europa da Bubbles Records, la label di Erlend e Marcin.