Home teatro “Mobidic” di Karl Weigel con Massimo De Rossi e Roberta Anna al...

“Mobidic” di Karl Weigel con Massimo De Rossi e Roberta Anna al Teatro Vittoria

201

Questo MOBIDIC (così come si pronuncia in italiano) non è una rivisitazione del capolavoro di Herman Melville, né una riduzione per il teatro, tantomeno una parodia.

MOBIDIC è un testo di straordinaria poesia e bellezza di un giovane autore di cinema e di teatro (appena trentenne italo tedesco-americano) in grado di costruire dialoghi memorabili per una commedia lieve e avvincente, carica di suspense e con un finale del tutto inatteso. Il testo scorre piacevole e leggero sulle due vie del dramma e della commedia e conquista per la struttura cinematografica della trama e la verità dei bellissimi dialoghi. S’ispira vagamente al genere Film Noir, per quanto riguarda il ritmo narrativo e l’ambientazione, mentre la “storia” trae origine da un fatto di cronaca realmente accaduto.

MOBIDIC è una commedia che si svolge per un’intera notte all’interno di un Cafe Theater, sul tipo di quelli americani (Food and Drinks), dove si ascolta in prevalenza musica. Tutta la storia è incentrata sul rapporto di complicità e di amicizia che s’instaura tra la giovanissima cassiera del teatro e il misterioso e smemorato individuo detto “Il Professore”. È una commedia costruita sul filo ininterrotto della suspence, (il Professore è ricercato dalla polizia) ma anche della costante ironia, della comicità assurda.

Il Cafe Theatre con la sua musica (Jazz-Soul) le sue luci colorate, la sua atmosfera incantata, è vissuto dai suoi personaggi in modo opposto: come luogo assolutamente quotidiano e claustrofobico da parte della ragazza e in modo del tutto ingenuo e naïf da parte del Professore. La menomazione di cui è vittima (si comporta come un adolescente) diviene stimolo all’immaginazione, lo induce a formulare nuovi progetti. Anche se avranno la durata di un sogno, poco importa.

Perché MOBIDIC? Lo scoprirete venendo a teatro.