Home teatro sipario Scacco al Duce, ultimo atto a Campo Imperatore per la trilogia di...

Scacco al Duce, ultimo atto a Campo Imperatore per la trilogia di Pingitore

1678

Evocare il nome di Pier Francesco “Ninni” Pingitore significa evocare la commedia, l’ironia, la satira senza perfidia, il divertimento, la televisione, il Bagaglino di Roma. Un pezzo di storia del sorriso e della bonaria critica di costume. Ma Pingitore non è solo questo. Nelle sue corde c’è anche l’approfondimento storico, con il mezzo che più gli è congeniale, il teatro. In questo caso la tragedia. Perché questa fu, da qualunque angolo visuale la siguardi, la fine di Benito Mussolini, alla quale Pingitore – autore e regista – ha dedicato la trilogia Scacco al Duce. L’ultima notte di Benito e Claretta, il cui ultimo atto – Scacco al Duce – vedrà la luce il 30 agosto in prima nazionale nel salone delle feste dello storico albergo rifugio di Campo Imperatore (L’Aquila), a 2200 metri di quota.

Il rifugio del Gran Sasso nella foto scattata dai tedeschi che liberarono Mussolini dalla prigionia
Il rifugio del Gran Sasso nella foto scattata dai tedeschi che liberarono Mussolini dalla prigionia
Il primo atto, Quel 25 luglio a Villa Torlonia, era stato rappresentato, nel 2010, proprio a Villa Torlonia a Roma, la residenza del dittatore, ed ha per tema il ritorno a casa di Mussolini, nella notte in cui fu sfiduciato dal Gran Consiglio. Il secondo atto della triologia è Operazione Quercia, che narra la prigionia di Benito Mussolini nel settembre del 1943 e la sua successiva liberazione ad opera dei paracadutisti tedeschi, proprio sulle vette del Gran Sasso, e che viene rappresentato fino al 28 agosto, sempre a Campo Imperatore. Poi, domenica 30, la conclusione della trilogia e della tragedia. Scacco al Duce racconta la notte trascorsa da Mussolini e Clara Petacci nella cascina De Maria a Bonzanigo, e si conclude con la loro fine, la fucilazione a Giulino di Mezzegra per opera dei partigiani del colonnello Valerio. Tra i personaggi evocati nel corso di quell’ultima notte, e con i quali Mussolini ha una serie di incontri ideali, Gabriele D’Annunzio, Vittorio Emanuele III, Edda Ciano. Protagonista della trilogia, nel ruolo di Benito Mussolini, è Luca Biagini, dotato di una sorprendente somiglianza fisica con il Duce. Il cast è comprende altri nove attori: Barbara Logaglio (Claretta Petacci), Roberto Della Casa (Vittorio Emanuele), Bianca Maria Lelli (Vita), Sabrina Pellegrino (Edda Ciano), Carlo Ettorre (Gabriele D’Annunzio), Antonio Pisu (Partigiano) , Morgana Giovannetti (voce narrante). Accanto agli attori i due ballerini Leonardo Bizzarri e Raffaella Saturni. I costumi sono di Graziella Pera e le coreografie di Hevelyn Hanack.
imageInfo e prenotazioni: 3335001699 – operazionequercia@gmail.com