Home musica Stefano Bollani suona mozart all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia

Stefano Bollani suona mozart all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia

85

Secondo concerto della stagione sinfonica dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia (Auditorium Parco della MusicaSala Santa Cecilia giovedì 22 ore 19.30venerdì 23 ore 20.30 e sabato 24 ottobre ore 18.00) con l’Orchestra diretta da Antonio Pappano.

Atmosfera barocca con il Concerto di Vivaldi per quattro violini eseguito dalle prime parti soliste dell’Orchestra Carlo Maria Parazzoli e Andrea Obiso insieme ad Alberto Mina e David Romano, al quale segue la Suite Pulcinella di Stravinskij, scritta cento anni fa – su commissione della compagnia dei Ballets Russes dell’impresario teatrale Sergej Diaghilev – che dopo il grande successo riscosso dal balletto (con coreografie di Léonide Massine e scene e costumi di Pablo Picasso) fu rielaborata nel 1922 in una Suite per orchestra. Primo incontro di Stravinskij con la musica del passato, Pulcinella inaugura il periodo ‘Neoclassico’ in cui il compositore russo lavora materiale musicale del passato rileggendolo alla luce della modernità del suo stile.

Gran finale con la partecipazione di Stefano Bollani che, dopo due anni, torna come solista a Santa Cecilia. Poliedrico artista, con molte anime musicali che spaziano tra vari generi, dal classico al jazz, Bollani è spesso ospite dell’Accademia per le cui stagioni ha interpretato negli anni i concerti di Gershwin, Poulenc, e recentemente il suo Concerto azzurro. L’eclettismo e la bravura del pianista milanese costituiranno quindi un valore aggiunto per l’ascolto del Concerto per pianoforte K 488 di W. A. Mozart – mix di virtuosismo tecnico e momenti lirici –  uno dei più noti ed eseguiti dei ventiquattro concerti per pianoforte e orchestra che il compositore scrisse a Vienna per le Accademie musicali – concerti pubblici a pagamento –  dai quali traeva il suo sostentamento economico.