Home mostre Box 24_Giampiero Rinaldi_21 giugno_inaugurazione mostra_fotografia e cinema

Box 24_Giampiero Rinaldi_21 giugno_inaugurazione mostra_fotografia e cinema

125
Giampiero Rinaldi. Box 24

Mostra fotografica a cura di Simona Pandolfi

21 giugno – 4 luglio 2019
Inaugurazione 21 giugno, ore 18.30
presso StudioSotterraneo
via Capitan Ottobono, 5 – Roma (Pigneto)

Ritratti di:Gianmarco Bellumori – Alessandro Bernardini – Valentina Boleto – Francesco Bomenuto – GiovanniBufalini – Valentino Campitelli – Gianluca D’Ercole – Alessio De Lorenzi – Simone Destrero – MarcoGiannoni – Alessandro Grande – Muna Jibril – Noemi Mirabella – Federico Palmieri – MarilisaProtomastro – Carlotta Parodi – Pino Pellegrino – Gianni Rosato – Eleonora Santamaria – Alessandro Sardelli – Mario Sesti – Angelo Maria Sferrazza – Lorenzo Zaffagnini
Il 21 giugno 2019 inaugura presso StudioSotterraneo, alle ore 18:30, la mostra fotografica “Box 24. Giampiero Rinaldi“, a cura di Simona Pandolfi una serie di ritratti di attori, registi, sceneggiatori e casting director, tutti professionisti che fanno dell’immagine un elemento predominante nella propria carriera.
Con il progetto fotografico “Box 24”, Giampiero Rinaldi presenta una personale visione dei personaggi ritratti nel suo studio – un box in zona Bufalotta – sottolineando l’importanza dell’esperienza dell’incontro e del dialogo come passaggio fondamentale per giungere alla “cattura” di un dettaglio insolito, un’espressione improvvisa, un gesto inaspettato e autentico. Cade la maschera, non si interpreta più nessun ruolo e si mostra un frammento di sé. «Voglio essere fotografato così», è il desiderio inconscio non detto ma inconsapevolmente rivelato e recepito dall’osservatore dietro l’obiettivo.

Nella mostra “Box 24” Rinaldi sceglie di esporre due ritratti per personaggio, uno con la “maschera” – la classica immagine da book fotografico – e l’altro senza. «Mi piace pensare di “denudarli”; viene meno il ruolo, l’interprete ed emerge un lato non conosciuto delle loro personalità», afferma il fotografo.

 
Partner del progetto espositivo è il Centro Romano di Fotografia e Cinema, una realtà educativa per professionisti e amatori di tutte le arti visive, che fonda le sue radici nella prestigiosa Scuola Romana di Fotografia e Cinema. La sperimentazione costante e l’uso delle tecnologie più avanzate, fanno del Centro Romano di Fotografia e Cinema una scuola all’avanguardia nel contesto europeo e internazionale della formazione visiva.
In occasione dell’inaugurazione la scrittrice Eleonora Santamaria, tra i protagonisti degli scatti in mostra, leggerà alcuni brani – “Eris”, “Penelope aspetta”, “Labirinto”, “Nemesis” e “Persefone” – tratti dalla silloge poetica “Gli spietati”, edito La Gru, secondo libro dell’autrice, il cui titolo deriva da un paradosso (e da una canzone dei Baustelle).
A seguire l’esibizione della rock band romana Mi Manca Chiunque, che eseguirà alcuni brani inediti in versione  acustica.