Home mostre Il decennale de La_lineaartecontemporanea: inaugurazione 16 maggio 2019

Il decennale de La_lineaartecontemporanea: inaugurazione 16 maggio 2019

269

Linea 10
Collettiva per il decennale de La_lineaartecontemporanea

Opere di:

Bruno Aller, Gianni Baretta, Marina Bindella, Luigi Boille, Virginia Carbonelli, AndreaCarini, Roberto De Simone, Enrico Della Torre, Susanna Doccioli, Cristina Falasca, BaharHamzehpour, Carlo Lorenzetti, Federica Luzzi, Gianna Marianetti, Stefano Minzi, IsabellaNurigiani, Achille Pace, Laura Peres, Ernesto Porcari, Rossana Rossi, Guido Strazza, MarioTeleri Biason

a cura di Simona Pandolfi
16 maggio – 14 giugno 2019

presso La_lineaartecontemporanea
Roma, via San Martino ai Monti 46
Inaugurazione 16 maggio 2019 ore 18:30

La_lineaartecontemporanea compie 10 anni e per festeggiare inaugura, il 16 maggio 2019 alle ore 18:30,  la collettivaLinea 10L’ingrediente di una festa ben riuscita è la compagnia e per questo i protagonisti di questo speciale compleanno saranno i diversi artisti che negli anni hanno sostenuto la vita dello spazio, esponendo i propri lavori nella sede di via San Martino ai Monti oppure aderendo alle altre iniziative proposte con uno straordinario spirito di partecipazione.
 La_lineaartecontemporanea è il luogo dove tradizione e innovazione nellagrafica d’arte si incontrano.
Sono questi i due filoni di ricerca da sempre sostenuti da Virginia Carbonelli, proprietaria di questo spazio interamente dedicato all’incisione e responsabile del laboratorio atossico e dei vari workshop di formazione organizzati dall’associazione.
Nel piano superiore, saranno presenti le opere di Bruno Aller, Gianni Baretta, Marina Bindella, Luigi Boille, Andrea Carini, Roberto De Simone, Enrico Della Torre, Carlo Lorenzetti, Federica Luzzi, Gianna Marianetti, Achille Pace, Ernesto Porcari, Rossana Rossi e Guido Strazza. Alcuni lavori sono stati già esposti nelle mostre storiche de La_lineaartecontemporanea; altri, invece, sono stati stampati con il torchio che la Carbonelli mette a disposizione degli incisori. I diversi approcci e tecniche impiegate confermano la vitalità dell’incisione, un linguaggio specifico che con differenti declinazioni da sempre segue, passo dopo passo, i mutamenti della storia e il fiorire di nuove tendenze.


Nel piano inferiore, invece, saranno esposte varie opere che documentano la scelta di molti incisori di estendere ad altri materiali e sperimentazioni le tecniche tradizionali della grafica, come i lavori di Virginia Carbonelli e Susanna Doccioli. Interessanti anche altre commistioni tra la grafica e la scultura (Isabella Nurigiani), tra l’incisione e la fotografia (Stefano Minzi e Laura Peres) e infine l’installazione (Bahar Hamzehpour e Mario Teleri Biason). Concluderà il percorso espositivo l’installazione site-specific di Cristina Falasca.