Home musica EMILIO STELLA – IN CONCERTO ALL’AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA PER LA RASSEGNA...

EMILIO STELLA – IN CONCERTO ALL’AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA PER LA RASSEGNA “RETAPE LAB” PER PRESENTARE “SUONATO”, IL NUOVO DISCO. L’APPUNTAMENTO: Giovedì 24 Gennaio – Roma, Retape Lab @ Auditorium Parco della Musica

182

EMILIO STELLA

 

IN CONCERTO

ALL’AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA PER “RETAPE LAB”

 

PRESENTA

“SUONATO”

il nuovo album

(etichetta e distribuzione Goodfellas)

 

Giovedì 24 Gennaio – Roma, Retape Lab @ Auditorium Parco della Musica

(ore 21.30, ingresso 8 euro)

EMILIO STELLA in concerto all’Auditorium Parco della Musica di Roma, per “Retape Lab”, presenta “SUONATO”, il nuovo album uscito lo scorso 14 settembre per Goodfellas.

Il concerto del cantautore romano è inserito all’interno della programmazione della rassegna “Retape Lab”, curata da Ernesto Assante e dedicata alla nuova scena musicale romana.

L’artista sul palco dell’Auditorium sarà accompagnato da Ruggero Giustiniani alla batteria e percussioni, Davide Costantini al basso e ai cori, Samuel Stella alle chitarre, armonica e cori e Primiano di Biase, fisarmonica, organo, piano, moog e cori.

Formazione:

Emilio Stella: voce e chitarra

Ruggero Giustiniani: batteria e percussioni

Davide Costantini: basso e cori

Samuel Stella: chitarre, armonica e cori

Primiano Di Biase: Fisarmonica, organo, piano, moog e cori

“SUONATO” – IL DISCO

“Suonato” è un album che nasce osservando il quotidiano da un angolo di periferia, per aprirsi poi a diversi punti di vista, sorvolando con lo sguardo oltre le case popolari, oltre i centri commerciali, dove c’è uno squarcio di cielo, una speranza. Nasce dall’esigenza di descrivere la società di oggi, che ci obbliga a combattere con noi stessi e con i draghi, con le nostre paure. Le canzoni sono un modo per vincerle. Talvolta arma, talvolta scudo.

“Suonato” è anche il doppio senso che c’è tra l’inizio di un percorso musicale fatto insieme ad una band e la metafora pugilistica di chi risente dei colpi presi nella propria carriera. E’ uno stato d’animo.

Il disco raccoglie 11 canzoni con il loro vestito più comodo, messogli addosso nell’arco di un paio d’anni, dall’autore insieme alla sua band, con un’unione d’intenti rara, quella di restare fedeli alla propria identità, volta a valorizzare il messaggio che ogni brano porta con se. Il risultato è un sound personale, vero, senza troppi filtri, la cui ricerca è avvenuta soprattutto suonando, nei live club, nelle piazze e nelle sale prove, così da essere riproposto in studio di registrazione.

L’album è stato anticipato dal singolo “Attenti al cool”, il cui videoclip vede la partecipazione di Rocco Siffredi, seguito dal secondo estratto “Pesa più un ricordo di un vinile”.

Link al video di “Attenti al cool”: https://www.youtube.com/watch?v=QGBX1VquKHE

Link al video di “Pesa più un ricordo di un vinile”: https://www.youtube.com/watch?v=2ZfnCXgZPoQ

 

CREDITI DISCO

Prodotto da Francesco Tosoni per Gika Productions

Registrato e missato da Francesco Tosoni per Noise Symphony Music

Etichetta: Goodfellas

Distribuzione: Goodfellas

Edizioni: Goodfellas / Gika Productions

Ufficio stampa: BIG TIME | www.bigtimeweb.it

Booking: WAYOUT EVENTI www.wayouteventi.it

Illustrazioni e progetto grafico: Sara Di Francescantonio

 

Emilio Stella, classe 83, cantautore.

Già attivo da diversi anni nella scena indipendente romana, dove si è fatto conoscere per aver scritto brani sociali ed ironici, i quali lo hanno portato a ricevere l’attenzione dei media tradizionali come giornali e tv. Le canzoni di Emilio Stella parlano di case popolari, della vita in cantiere, di strade fatte per andare al lavoro, per raggiungere un sogno o semplicemente il mare.

Il suo primo album, “Panni e Scale”, autoprodotto nel 2011, contenente undici tracce, gli consente di ottenere i primi riconoscimenti. Nel 2012 infatti, il brano “Festa” viene inserito in un cd album del “Club Tenco”, che raccoglie tra i più interessanti progetti della nuova canzone d’autore italiana e viene invitato ad esibirsi a Sanremo nell’ambito del ”Premio Tenco”.
Negli anni a seguire, oltre ai numerosi concerti nei live club e nelle piazze, è vincitore di numerosi premi come “Botteghe d’Autore” (primo premio e “miglior testo”). Conquista tra gli altri, il “Premio Stefano Rosso”, il “Poeta Saltimbanco” (dedicato a Franco Califano ed intitolato a Piero Calabrese) ed è tra i vincitori della prima edizione di “Dallo Stornello Al Rap” di Elena Bonelli.

Condivide il palco con artisti come Simone Cristicchi, Alessandro Mannarino, Piotta, Il Muro del Canto e collabora con Er Pinto, esponente del gruppo di poeti urbani “Poeti Der Trullo”.
Emilio Stella traccia un solco nella nuova scuola romana di cantautori emergenti degli ultimi anni.
Nel Maggio 2014 il lancio del singolo “Capocotta non è Kingston”, accompagnato da videoclip, in poche settimane supera le 100.000 visualizzazioni e viene indicato dal Fatto Quotidiano e dai portali di Repubblica, Messaggero e Affari Italiani, come il singolo tormentone dell’estate 2014. Studio Aperto di Italia Uno gli dedica un servizio.

Nel 2015 un altro passaggio televisivo su Canale 5 con la canzone “Un cane” all’interno della trasmissione “l’Arca di Noè”. Nello stesso anno collabora con Alessandro Canini (già produttore di Tiromancino, Venditti, Zarrillo) e sarà selezionato tra i 60 finalisti di Sanremo Giovani.
Nell’estate del 2016 lancia on line un nuovo singolo dal titolo “Pontina”, che da subito diventa virale e suscita l’attenzione dei media. La canzone viene trasmessa da diverse radio e passata con il videoclip all’interno della trasmissione “Blob” di Raitre.  A ottobre 2017 esce un nuovo singolo dal titolo “maledetto tempo”;
il viaggio in musica di Emilio Stella non si ferma.

È uscito il 14 settembre 2018 “Suonato”, il nuovo album, mentre è attualmente in cantiere anche un progetto che lo vede impegnato nella scrittura di uno spettacolo teatrale ambientato “alle case popolari” dove è cresciuto.