Home teatro Chiude domani ” Immagina” il Festival Internazionale di Teatro di Figura: quattro...

Chiude domani ” Immagina” il Festival Internazionale di Teatro di Figura: quattro teatri per un Festival diffuso nella Capitale. Alberto Bagno, noto burattinaio al Teatro Tor Bella Monaca alle 18

103

Festival Internazionale di Teatro di Figura di Roma

 6-9 giugno 2019

Teatri in Comune

Gli appuntamenti al Teatro Tor Bella Monaca di domenica 9 giugno.

Una rassegna con le produzioni nazionali e internazionali più significative del genere, da giovedì 6 a domenica 9 giugno, un “Festival Diffuso” negli spazi del Teatro India e nei tre teatri della Rete Teatri in Comune (Teatro del Lido, Teatro Tor Bella Monaca e Teatro Villa Pamphilj) con ben 35 repliche di tredici spettacoli provenienti da Islanda, Irlanda, Belgio, Spagna, Francia, Argentina, Italia, Burkina Faso.

La giornata conclusiva del Festival si apre conlo spettacolo “La piccola stella” di e con Albert Bagno (Italia/Francia), ore 18.00.

In un modo delicato si narra della storia di un bambino ebreo che attraversa la guerra e la deportazione. La storia non è dura, viene raccontata dalla parte del bambino, un po’ fuori dal mondo, come vedono le cose i bambini. Una storia completamente inventata, quasi una favola, per raccontare, in modo poetico, il dramma che è toccato a milioni di persone e a molti bambini: la Shoah (שואה), che in lingua ebraica significa “distruzione” (o “desolazione”, o “calamità”). Con una narrazione dolce in questa storia non c’è niente di cruento, ma si capisce tutto. Si trattano vari temi che vanno oltre i fatti realmente successi, come nasce un colpevole, come si sviluppa l’odio che porta alle guerre fare la guerra e quanto sia importante avere una passione ideale.

A seguire, alle 19.00, è previsto l’incontro con il pubblico e il laboratorio Favole di Carta.

Albert Bagno è presente al Teatro Tor Bella Monaca anchecon la sua mostra “BURATTINI POSTALI” ovvero i burattini, le marionette, i pupi, le ombre e il mondo del Teatro delle Figure, una proposta originale di Albert Bagno che presenta francobolli e materiali filatelici come: interi postali, buste primo giorno, annulli postali, ma più semplicemente tutto quello che può “viaggiare per posta”. Le 100 cartoline provenienti da tutto il mondo sono scelte e collocate in modo da formare una piccola storia del mondo del Teatro di Figura.

Nato a Parigi nel 1953, Albert Bagno vive in Italia dal ’74 e ha stabilito la sua dimora a Calolziocorte. Si autodefinisce “burattinaio militante”, ma per lui varrebbe anche la definizione di “burattinaio ricercatore”.

Il Festival Immagina chiuderà i battenti con lo spettacolo “Scretch” di e con Claudio Cinelli (Italia), Sala Grande, ore 21.00, uno spettacolo strutturato sulla forma del varietà. Mani, oggetti, pupazzi, marionette a filo, occhiali, possono divenire “credibili” protagonisti delle loro piccole storie: ora patetiche, demenziali, talvolta liriche. Brandelli di un immaginario disordine di ruoli. Tra lo sketch e la magia c’è il “burattinaio”, persecutore e vittima che costringe all’azione, nel gioco senza fine del teatro.

Immagina è realizzato in collaborazione con Miur Direzione generale dello studente, Unima Italia, Università Roma Tre-Dams, Teatro Verde, Animateria, Eip/Italia, Associazioni Teatro del Lido, SevenCults.

Coordinamento organizzativo: Teatro Verde Roma 065882034 teatroverderoma@gmail.com  

www.teatriincomune.it

Biglietto unico 7 euro

Spettacoli all’esterno e laboratori ingresso gratuito