Home teatro sipario Harris, Hitchcock, Conan Doyle, Christie, stagione di lusso allo Stabile del Giallo

Harris, Hitchcock, Conan Doyle, Christie, stagione di lusso allo Stabile del Giallo

1191

Gli amanti del giallo possono essere soddisfatti. Ha preso infatti il via l’11 ottobre la nuova stagione del Teatro Stabile de Giallo di Roma. Ad aprire le danze (fino al 29 novembre), Il mestiere dell’omicidio (The business of murder) di Richard Harris, con Paolo Romano, Paolo De Vita, Linda Manganelli, per la regia di Raffaele Castria. Definito “Il più ingegnoso mistery del decennio” (Daily Mail) e “Il thriller definitivo” (The Times), dopo il successo londinese del 2015, va in scena, con l’affiatatissimo cast di “Sleuth”, un thriller psicologico geniale, affascinante, misterioso, capace di creare una suspense senza eguali fino all’ultimo istante. Dal 5 dicembre (fino al 24 gennaio 2016), cambio si scena. Dal genio di Hitchcock, un giallo “disturbante” che sembra sfociare nel sovrannaturale in una malia “fascinante”. Si tratta di Vertigo. La donna che visse due volte.  Lo spettatore sarà trascinato dentro una rete di vertiginose spirali fino a ipnotizzarlo, fino a gettarlo all’interno di una realtà fatta di sentimenti estremi, illogici, irrazionali.

Dal 30 gennaio 2016 la palla passa a Sir Arthur Conan Doyle, con Sherlock Holmes. Il mastino di Baskerville, per la regia di Anna Masullo. E’ il classico dei classici. L’origine stessa del giallo. La più famosa e meglio riuscita avventura del mitico principe incontrastato dei detective, Sherlock Holmes. Un giallo che è anche horror fantasy e gothic adventure. In un vertiginoso intreccio di generi, il pubblico sarà calato in un testo che è al tempo stesso, leggero e pauroso, ironico e terribile. Un evento teatrale imperdibile. La stagione del Teatro Stabile del Giallo si chiuderà (dall’1 aprile al 22 maggio), con un altro L’ospite inatteso di Agatha Christie, regia di Raffaele Castria, con Antonio Palumbo, Anna Masullo, Linda Manganelli. E’ miglior giallo teatrale di Agatha Christie. Uno sconosciuto entra in una casa e vi trova una donna con una pistola in mano davanti al cadavere del marito. Un giallo perfetto, dove la commedia e la suspense si sposano in un matrimonio magistrale, elegante e divertente. L’ospite Inatteso, già dal primo minuto, inchioda lo spettatore alla poltrona, scivolando leggero e brillante, di colpo di scena in colpo di scena, fino all’ultimo istante.

Info: www.stabiledelgiallo.com

Può interessare anche:

https://binrome.com/teatro/i-bassifondi-di-antibes-rivivono-al-teatro-manzoni-con-maigret-al-liberty-bar/