CONDIVIDI
Il Balletto di Roma, in una scena di
Il Balletto di Roma, in una scena di "Futura" - foto G. Orlandi

Nella produzione del Balletto di Roma “Futura” al Teatro Vascello dal 24 al 27 novembre si balla con Lucio Dalla. Il progetto viene da un’idea di Giampiero Solari mentre la realizzazione è stata affidata a Milena Zullo per le coreografie e a Roberto Costa per la colonna sonora.

Le emozioni della danza si intrecciano con quelle degli indimenticabili testi del cantautore bolognese ma la compagnia, dalle grandi possibilità, non è stata sufficientemente messa alla prova. La coreografia nel suo complesso si è rivelata inefficace e a tratti semplicistica, l’esplicita analogia con il testo difficilmente giova al senso del movimento.

Roberta Costa, dal canto suo, ha fatto un lavoro sul quale si può discutere dato che ha voluto creare per questa produzione un percorso di arrangiamento musicale e testuale insolito e movimentato. Da storico amico e collaboratore di Lucio Dalla ha pensato di inframezzare ai brani alcuni estratti sonori ricavati da alcuni multitraccia originali, cosa resa possibile grazie alla collaborazione della Sony Music e alla gentile concessione dei parenti di Dalla.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO