Billy Elliott il Musical, dal 6 al 22 aprile al Teatro Sistina

Billy Elliott il Musical, dal 6 al 22 aprile al Teatro Sistina

247
CONDIVIDI

Torna a brillare sui palcoscenici italiani la stella luminosa di Billy Elliot, lo spettacolo diretto e adattato in italiano da Massimo Romeo Piparo, che, dopo il grande successo al Teatro Arcimboldi di Milano, torna  al Teatro Sistina di Romada venerdì 6 a domenica 22 aprile, per poi proseguire la tournée in altre città italiane.

Prodotto da PeepArrow Entertainment e da Il Sistina,“Billy Elliot il Musical” promette nuove emozioni grazie a un cast rinnovato: a vestire i panni del giovane e grintoso ballerino capace di realizzare il suo sogno di danzare sono infatti tre giovanissimi allievi dell’Accademia il Sistina, Tancredi Di Marco, Davide Fabbri e Matteo Valentini. I nuovi Billy Elliot, che durante i corsi dell’Accademia hanno già dimostrato il loro talento, sono pronti a portare sulla scena tutto l’entusiasmo e la creatività della loro giovane età, mettendosi alla prova con recitazione, canto e danza all’interno della dinamica di una manifestazione complessa e stratificata ; il cast ha dato una straordinaria prova di professionalità supportato da una funzionale  scenografia e da una spumeggiante e colorata regia, accompagnato da un’orchestra di ottoni dal vivo.

Con loro tornano sul palco anche Sabrina Marciano, strepitosa nel ruolo di Mrs. Wilkinson, Elisabetta Tulli e per la prima volta Eleonora Facchini, tre artiste dal grande talento, protagoniste dell’acclamatissimo musical Mamma Mia!. Il pubblico ritroverà anche Luca Biagini nel ruolo del padre Jackie Elliot; Cristina Nocinel ruolo della nonna, Donato Altomare, nel fratello Tony e una strepitosa orchestra dal vivo, con un cast di 30 straordinari performer coreografati daRoberto Croce. Lo spettacolo, basato sull’omonimo film di Stephen Daldry, vanta le musiche pluripremiate di Elton John e vede alla direzione musicale il Maestro Emanuele Friello, alle scene Teresa Caruso, ai costumi Cecilia Betona e all’impianto luci Umile Vanieri. Sul palcoscenico del Tempio della commedia musicale italiana, nella classe di danza di Billy, anche le allieve dell’Accademia Il Sistina, l’officina multidisciplinare per imparare l’arte del Musical, ideata e fondata nel 2016 da Massimo Romeo Piparo.

La passione per la danza, la tenacia e la fiducia in se stessi sono i cardini di una storia straordinaria, che ha conquistato il cuore del pubblico di ogni età. Billy Elliott è un ragazzo che per amore della danza sfida anche l’ottusità di un padre e un fratello che vorrebbero diventasse pugile, imprigionati dall’ineluttabilità del loro destino segnato, che presto sembrerà però trovare un riscatto. A far da sfondo alla sua avventura, l’Inghilterra dell’era Thatcher, con le miniere che chiudono e i lavoratori in rivolta, ma anche il mondo della danza, fatto di poesia e di faticose ore di prove, di disciplina e di tenacia. La storia, che in questo caso sostituisce al realismo una forte caratterizzazione comica dei personaggi, musicata da Elton John ha da sempre appassionato e commosso un vastissimo pubblico, vicino al sogno e alla realizzazione dei proprio desiderio e all’allontanamento, attraverso l’arte e la bellezza, dalla miseria e dall’emarginazione in una società difficile e segnata dal disagio e dalla contraddizione.

Basato sull’omonimo film di Stephen Daldry del 2000 (apprezzatissimo e conosciuto da tutti), Billy Elliot The Musical ha debuttato al  Victoria Palace di  Londra nel 2005 ed è stato nominato per nove al Laurence Olivier Awards – il massimo riconoscimento europeo per i Musical – vincendo ben quattro premi. L’incredibile successo conseguito ha fatto sì che lo spettacolo approdasse anche a Broadway nel 2008 dove ha vinto dieci Tony Awards – gli Oscar del Musical – e dieci Drama Desk Awards. Dal 6 al 22 aprile è in scena al Teatro Sistina di Roma, diretto da Massimo Romeo Piparo, che ieri, 6 aprile, ha festeggiato mille alzate di sipario, salutato  da Pippo Baudo e da moltissimi volti noti dello spettacolo italiano.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO