Home mostre “Phantasmagoria” la mostra personale di Gerlanda di Francia alla Nero Gallery

“Phantasmagoria” la mostra personale di Gerlanda di Francia alla Nero Gallery

55

“Phantasmagoria” è un viaggio all’interno dell’immaginario orrorifico e dei suoi protagonisti, tra letteratura gotica, leggenda popolare e cinema. La mostra celebra la capacità di sfruttare il carattere ingannevole delle percezioni sensoriali per generare stupore e inquietudine e la passione per il mistero, il fantastico e il soprannaturale.

La «Phantasmagoria» o Fantasmagoria, da cui prende il nome la mostra, è una bizzarra forma di intrattenimento, nata in Francia intorno al XVIII secolo, che usava una versione modificata della lanterna magica per proiettare immagini spaventose come scheletri, demoni e fantasmi su muri, fumo, lenzuola o schermi semi-trasparenti.
Le lanterne magiche avevano la straordinaria capacità di utilizzare la luce per creare immagini che ingannavano i sensi mostrando figure irreali e intangibili, che incuriosivano e spaventavano gli spettatori, richiamando alla mente le paure e il subconscio temuto.
La fantasmagoria e i suoi inventori sono i precursori del cinema moderno. Anche George Méliès, il pioniere del Cinema, utilizzò le immagini mostruose, i trucchi e le atmosfere della Fantasmagoria nei suoi primi cortometraggi di fine ‘800, inizio ‘900.

Gerlanda dedica a questo tema dieci opere inedite. Alcune di esse ci raccontano storie crudeli, come quella leggendaria di Azzurrina di Montebello, quasi per poterne esorcizzare il dolore e riuscire a condividerne il fardello con tutti gli spettatori. Altre hanno come protagonisti personaggi partoriti dalla mente di scrittori geniali e divenuti ormai icone della cultura Pop, come Dracula.

Ogni dipinto porta con sé l’anima di questi personaggi, che, per quanto raccapriccianti, amano e soffrono come noi e rappresentano la vita (e la morte) nelle sue più varie sfaccettature, quasi fossero specchi dei nostri lati più oscuri.