Home news La XVIII edizione del Festival della Mente a Sarzana dal 3 settembre...

La XVIII edizione del Festival della Mente a Sarzana dal 3 settembre con tantissimi appuntamenti

62

La XVIII edizione del Festival della Mente si terrà a Sarzana (La Spezia) da venerdì 3 a
domenica 5 settembre: è la parola “origine” il tema della rassegna che tornerà interamente in presenza. Scrittori, linguisti, fotografi, storici, classicisti, artisti, scienziati, filosofi, sportivi incontreranno nuovamente appassionati di cultura di tutte le età in 22
eventi. Aprirà il primo festival europeo dedicato alla creatività e alla nascita delle idee la lezione magistrale “Dante e la creazione dell’italiano letterario” del linguista Luca Serianni, membro dell’Accademia dei Lincei, della Crusca, dell’Accademia delle Scienze di Torino e dell’Arcadia. La storia della scrittura raccontata come un romanzo sarà poi al centro degli interventi della filologa e scrittrice spagnola Irene Vallejo e della linguista Valeria Della
Valle, socia della Crusca e dell’Arcadia. Un itinerario alle radici della tradizione letteraria russa sarà proposta dallo scrittore Paolo Nori. Lo scrittore e studioso del pensiero antico Matteo Nucci terrà due lectio filosofiche: “Origine della sapienza: l’enigma” e “Origine
della filosofia: la dialettica”. Appuntamento imprescindibile per i frequentatori del festival sarà quello con la trilogia dello storico Alessandro Barbero, che chiude ciascuna giornata, come di consueto, in Piazza Matteotti. Approfondità, in tre serate, “Le origini delle
guerre civili”.

Sulla scia del successo del format ibrido sperimentato lo scorso anno – che, grazie alle nuove tecnologie, ha permesso di seguire il festival da tutta Italia – gli incontri del festival saranno disponibili anche in live-streaming, gratuitamente, per raggiungere un
pubblico il più ampio possibile. Ritorna anche il Festival della Mente per i più piccoli, un vero e proprio festival nel festival, con 11 appuntamenti (21 con le repliche) pensati appositamente per il pubblico dei giovanissimi da Francesca Gianfranchi.