Al Teatro Nazionale arriva lo scoiattolo di Nino Rota e gli animali di Saint-Saëns, per i bambini di tutte le età

    1576

    Il sipario del Teatro Nazionale si alza su un doppio spettacolo, Lo scoiattolo in gamba, di Nino Rota e Il carnevale degli animali di Camille Saint-Saëns. Sabato 16 (ore 18) e domenica 17 (ore 16.30) le repliche aperte al pubblico. Saranno invece riservate alle scuole le repliche di venerdì 15, martedì 19 e mercoledì 20 (alle 10 e alle 12).

    Il dittico, pensato per il pubblico dei più giovani, è un progetto del Dipartimento Didattica e Formazione che coinvolge tutte le forze del Teatro dell’Opera di Roma: Orchestra, Corpo di Ballo e Coro di Voci Bianche. Firmano rispettivamente le scene, i costumi e le luci di questo nuovo allestimento, Andrea Miglio, Anna Biagiotti e Patrizio Maggi.

    Lo scoiattolo in gamba è una favola lirica in un atto su libretto di Eduardo De Filippo e musica di Nino Rota. Dirigerà l’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma il maestro Carlo Donadio. Lo spettacolo vede impegnati gli artisti del progetto Fabbrica – Young Artist Project, a cominciare dal regista, Luca Bargagna, fino ai principali interpreti: il soprano Eleonora de la Peña (Lo scoiattolo), il basso baritono Biagio Pizzuti (Re Pappone) e il tenore Rosolino Claudio Cardile (Autista). Con loro in scena anche Daniele Terenzi (Ciambellano) – grazie a una collaborazione con l’Accademia del Maggio Musicale Fiorentino – e il Coro di Voci Bianche dell’Opera di Roma diretto dal maestro José Maria Sciutto.
    Il carnevale degli animali andrà in scena con la coreografia di Davide Bombana. Il balletto, chiamato anche dal suo compositore Camille Saint-Saëns Grande fantasia zoologica, consta di 14 brevissimi gioielli musicali, scritti per un ristretto organico orchestrale, che descrivono con umorismo e grande fascino il mondo animale.