Home life style Roma per Bambini “Biancaneve altrove” Un’occasione per riscoprire la fiaba classica di Biancaneve in...

“Biancaneve altrove” Un’occasione per riscoprire la fiaba classica di Biancaneve in una nuova versione e sperimentare la pratica di visione contemplativa con ombre e luci sulle vetrate.

78

Mercoledì 26 e giovedì 27 giugno (ore 21) al Teatro Torlonia prosegue la programmazione per le nuove generazioni a cura di Fabrizio Pallara con BIANCANEVE altrovefiaba in voce con musica dal vivo e accompagnata da luci e ombre sulle vetrate del teatro, nata da una residenza di teatrodelleapparizioni e Malombra che, dopo la ricerca e l’analisi di un processo di lavoro sulla fiaba, prende ora vita nella forma di un vero e proprio spettacolo.

Lo spazio esterno del Teatro Torlonia continua così ad accogliere bambine, bambini e adulti in una fantasmagoria di musica, teatro, danza, arte contemporanea intessuta sulla fiaba – modello drammaturgico senza tempo e punto di incontro fra tutte le età – con BIANCANEVE altrove, che prende vita a partire dalla fiaba classica per fantasticare tra racconti e personaggi che mutano nella molteplicità delle forme, tra musica, voce, luci e ombre sulla vetrata esterna di Torlonia, e per immergersi nell’esplorazione della lettura di una fiaba, entrando nelle sue profondità, nell’eco del passato e delle sue storie che riverberano nel presente, in un continuo fluire. Come quando distesi sul prato si contempla il cielo e si gioca con le nuvole, fantasticando tra racconti e personaggi che mutano nella molteplicità delle forme, allo stesso modo si abiterà la storia di Biancaneve, lasciandosi andare a nuove immaginazioni attraverso un’azione creativa che accompagnerà il pubblico in una pratica contemplativa, suonando come in un’orchestra note, parole e ombre, fino al punto di trasformare la visione in esperienza.

Ci si incammina poi nell’estate fino all’11 luglio con altre incursioni dal mondo fiabesco puntellato di miti, nuove scritture e drammaturgie: Operativi! di Eccentrici Dadarò che affronta il tema della guerra con poesia e comicità (19 giugno, dai 6 anni); il viaggio di iniziazione performativo nei boschi e nei parchi di Alberi maestri kids di Pleiadi/Campsirago Residenza (20 giugno, dai 4 anni); Cappuccetto Rosso nel bosco fra narrazione, danza, teatro di figura e musica dal vivo di Zaches Teatro (3/4 luglio, dai 4 anni); le scatole meccaniche interattive fra illusioni, ombre e giochi poetici di Boxes della compagnia UnterWasser (10/11 luglio, dai 5 anni).