Home news cronaca Eccolo il Generale Inverno! Ma ora non ci lamentiamo…

Eccolo il Generale Inverno! Ma ora non ci lamentiamo…

1522

Il Generale Inverno alla fine è arrivato, sia pure con un paio di settimane di ritardo. Qualcuno penserà che era ora, che neve e freddo sono più normali. Ma, insomma, qualche problema ci sarà in questi giorni. Durante i quali, grazie a un calendario particolarmente favorevole, molti italiani sono ancora in ferie o godranno del lungo ponte dell’Epifania. E allora vediamo qual è la situazione. Dalle prime ore del 2 gennaio una perturbazione di origine atlantica determina un generale peggioramento delle condizioni meteorologiche, con precipitazioni attese al centro-nord, specie sulle regioni occidentali della penisola, in successivo trasferimento verso quelle meridionali. Allo stesso tempo, il ristagno di aria fredda sulla pianura padana favorirà, su alcune zone del settentrione, nevicate fino a quote basse, che interesseranno, seppur con distribuzione irregolare, zone di pianura e di fondovalle. Per questo il dipartimento della Protezione civile ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse. L’avviso prevede, dal primo mattino del 2 precipitazioni nevose fino a quote di pianura sui settori occidentali dell’Emilia-Romagna; oltre i 400-500 metri su Liguria e Veneto. Previste, inoltre, precipitazioni diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Liguria e Toscana. Sulla base dei fenomeni previsti è stata valutata criticità gialla per rischio idrogeologico localizzato sulla Liguria e sui settori occidentali di tutte le regioni tirreniche, nonché sui settori occidentali dell’Abruzzo. E per i prossimi giorni non va meglio. Il Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare prevede:
LUNEDI’ 4 NORD – condizioni in nuovo generale peggioramento sotto forma di copertura nuvolosa sempre piu’ diffusa e compatta che, dalle regioni occidentali, si portera’ rapidamente verso nord-est. Le nubi saranno associate a nevicate abbondanti sulle Alpi piemontesi, Valle d’Aosta e, in forma diffusa ma meno intensa, sul resto del settore alpino. Le precipitazioni sempre a carattere nevoso raggiungeranno anche le quote di bassa collina o localmente di pianura su Piemonte, Emilia Romagna centro-occidentale, Lombardia centro-meridionale ed entroterra di Veneto e Friuli Venezia Giulia per poi attenuarsi dal pomeriggio. Piogge o rovesci attesi sulla Liguria specie settore di Levante soprattutto durante la prima parte della giornata. Generale miglioramento a partire dalle ore pomeridiane seppur con nevicate che tenderanno a persistere sulle Alpi occidentali e centrali. CENTRO E SARDEGNA – nuvolosità in rapida intensificazione sia sull’isola che sulle regioni peninsulari con piogge o rovesci che risulteranno più frequenti e diffusi su Toscana, Lazio ed Umbria ma che tenderanno ad attenuarsi dal primo pomeriggio ad iniziare dall’area Toscana. Nuove nubi e piogge nottetempo sulle regioni tirreniche. Persistenza, invece, dei fenomeni sulla Sardegna. SUD E SICILIA – molte nubi su tutte le regioni, che risulteranno associate a piogge diffuse o locali temporali tra Campania e Calabria tirrenica. Parziale ma temporaneo miglioramento per fine giornata sulla Campania e persistenza della fenomenologia sulla Calabria. Più isolate le precipitazioni attese sulla Sicilia e tra Molise e Puglia.
MARTEDÌ 5 Deciso peggioramento soprattutto sulle regioni centrali e meridionali con precipitazioni diffuse che si attenueranno durante la seconda parte della giornata. Le nubi saranno presenti anche al nord ma con fenomeni piu’ sparsi e relegati alle zone alpine, sotto forma di nevicate, e al Triveneto, con piogge o rovesci comunque in attenuazione dal pomeriggio.
MERCOLEDÌ 6 Giornata dell’Epifania all’insegna di nuova nuvolosità e precipitazioni diffuse al centro ed al sud e fenomeni nevosi isolati o sparsi sulle Alpi occidentali. Migliora sulle regioni centrali tirreniche tra la sera e la notte.
GIOVEDÌ 7 E VENERDÌ 8 Condizioni che si manterranno instabili soprattutto in area alpina, con nevicate sparse, e tra Sardegna e regioni tirreniche dove più diffuse risulteranno le precipitazioni con riferimento particolare alla giornata di giovedì.