Home teatro Paolo Triestino racconta Lucio Battisti con “Eppur mi sono scordato di me”

Paolo Triestino racconta Lucio Battisti con “Eppur mi sono scordato di me”

1850

Gianni Clementi scrive per Paolo Triestino un ritratto divertente, originale e commovente, la cui storia incontra la Storia, accompagnata dalla musica di Lucio Battisti: EPPUR MI SON SCORDATO DI ME.

Dopo il grandissimo successo di pubblico e di critica della passata stagione  – i sold out e le lunghe code al botteghino –  lo spettacolo torna in scena sul prestigioso palco del Teatro Vittoria dal 10 al 14 maggio.

La vita di Antonio, un cinquantacinquenne, ha preso una sua strada. Ma come è stato che si è scordato di sé? E se ci “ritorniamo in mente”, cosa vorremmo essere ancora e cosa non vorremmo più, di quello che siamo diventati?

Tutti abbiamo una colonna musicale della nostra vita, a percorrere ricordi ed emozioni. Antonio ci propone la sua, esilarante ed appassionata, stupita e commovente, affascinante ed amabilmente contradditoria.

Paolo Triestino è interprete e regista di questo entusiasmante allestimento che accompagna il pubblico in un susseguirsi di emozioni indimenticabili.