Home teatro “T’amo ed è continuo schianto”. La ballata dell’amore e della precarietà

“T’amo ed è continuo schianto”. La ballata dell’amore e della precarietà

1543

T’amo ed è continuo schianto è una storia d’amore.

Come tutte le storie d’amore, quindi, anche questa qui parla d’amore, nello specifico parla dell’amore di un ragazzo per una ragazza, dell’amore della stessa ragazza per lo stesso ragazzo, dell’amore per i pesci rossi, per i pensieri che aiutano ad addormentarsi, per gli universi paralleli, per le cose fatte bene.

Però, T’amo ed è continuo schianto, parla anche di schianti.

Schianti in senso metaforico, schianti in senso letterale.

Inoltre, T’amo ed è continuo schianto, parla di precarietà.

Precarietà in senso metaforico, precarietà in senso letterale.

Infine, T’amo ed è continuo schianto, parla della difficoltà di vivere, in tutti i sensi.

 

Altri argomenti affrontati: cosa voglio fare da grande, che aspetto ha una catastrofe, delfini che giocano a pallavolo, nomi insoliti per animali domestici, come far fuori un coniglio in 12 semplici mosse, cosa fare se vuoi le sigarette ma non hai voglia di uscire per andartele a comprare, rituali per propiziarsi il favore dei morti, come far colpo con una casa a Bali.

 

SALA ORFEO

dal 17 al 22 maggio 2016

dal martedì al sabato ore 21:00 | domenica ore 18:00 

Via dè Filippini, 17/a, 00186 Roma