Home musica jazz “Una Striscia di Terra Feconda” il Festival del Jazz franco italiano

“Una Striscia di Terra Feconda” il Festival del Jazz franco italiano

1375

L’Auditorium Parco della Musica ospita dal 22 al 26 giugno il festival franco-italiano “Una striscia di terra feconda”, prestigioso festival diretto da Armand Meignan e Paolo Damiani, nato nel 1998 con l’obiettivo di creare a Roma uno spazio vitale per quelle musiche difficilmente classificabili o riducibili alle anguste categorie di genere. Sin dalla prima edizione la manifestazione ha dato spazio ai musicisti italiani e francesi più conosciuti a livello europeo, ma anche a ensemble che in Italia non si erano mai esibiti, dando anche vita a produzioni originali. Di rilievo l’inedita sinergia non solo ideale ma anche di risorse economiche che si è venuta a creare tra partner pubblici di grande prestigio che sostengono la rassegna: Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Ministero Francese della Cultura, Fondazione Musica per Roma, MIUR-AFAM, l’Institut français Italia- Ambasciata di Francia in Italia.

A questi si aggiungono: Società Italiana degli Autori ed Editori, sostenitrice della cultura in Italia, da sempre impegnata nel valorizzare tutte le forme della creatività e nel promuovere il talento delle nuove proposte autorali, Puglia-Sounds, Casa del Jazz, MIDJ, SACEM, FCM, ADAMI, CNV, l’AJC, Conservatorio di S. Cecilia, Comune di Campagnano di Roma, Comune di Palombara Sabina. Il festival, che per nove anni è stato annoverato fra le manifestazioni storiche dell’Estate Romana, nel giugno 2014 ha superato il concorso indetto dal Comune di Roma – Assessorato alle Politiche Culturali ricevendo la qualifica di “Festival di particolare interesse per la vita culturale della città per il periodo 2014-2016”. In primavera la manifestazione ha ampliato il proprio raggio d’azione cercando nuovi luoghi e pubblici diversi, raggiungendo due splendidi Comuni: Palombara Sabina, e Campagnano di Roma. Presso l’Auditorium Parco della Musica, diversi sono gli incontri franco italiani in prima assoluta, pensati appositamente per il festival. La rassegna si conclude il 27 giugno con una residenza di artisti italiani e francesi presso la Casa del Jazz.

Programma: 

MERCOLEDI 22 GIUGNO SALA PETRASSI ORE 21

EMILE PARISIEN sax/MICHELE RABBIA percussioni/ROBERTO NEGRO pianoforte

 

DANILO REA pianoforte, MEDERIC COLLIGNON tromba, voce, elettronica

 

GIOVEDI 23 GIUGNO SALA PETRASSI ORE 21

JULIAN OLIVER MAZZARIELLO TRIO Julian Oliver Mazzariello pianoforte, (vincitore del Premio SIAE 2015) Dario Deidda contrabbasso, Marcello Di Leonardo batteria

 

RITA MARCOTULLI pianoforte, MATTHIEU DONARIER sax, SEBASTIEN BOISSEAU contrabbasso

 

VENERDI 24 GIUGNO SALA PETRASSI ORE 21

TRIO BAROLO Remy Poulakis fisarmonica, voce/Francesco Castellani trombone/Philippe Euvrard contrabbasso

PRESENTAZIONE DEL CD PARCO DELLA MUSICA RECORDS IN USCITA A LUGLIO:

FRANCO D’ANDREA “PIANO TRIO” Franco D’Andrea pianoforte/Aldo Mella contrabbasso/Zeno De Rossi batteria

 

SABATO 25 GIUGNO SALA PETRASSI ORE 21

THEO CECCALDI violino / BRUNO CHEVILLON contrabbasso

PRESENTAZIONE DEL CD PARCO DELLA MUSICA RECORDS:

GIULIANI/FOLMER QUINTETTO Nicolas Folmer tromba Rosario Giuliani sassofono Alessandro Lanzoni pianoforte Luca Fattorini contrabbasso Fabrizio Sferra batteria

 

DOMENICA 26 GIUGNO SALA PETRASSI ORE 21

RAFFAELE CASARANO “MEDINA” Raffaele Casarano sassofono/ Mirko Signorile pianoforte / Marco Bardoscia contrabbasso

 

MICHEL PORTAL sax, clarinetti / BOJAN Z pianoforte

 

LUNEDI 27 GIUGNO CASA DEL JAZZ ORE 21

SESTETTO RESIDENZA ITALO-FRANCESE

Carmelo Coglitore – sassofoni e clarinetto basso; Théo Ceccaldi – violino; Costanza Alegiani – voce; Roberto Negro – pianoforte; Gabriele Evangelista – contrabbasso; Fabrizio Sferra – batteria