Home musica Maria Angeli e il suo nuovo album “Anyhow”, un viaggio dall’elettronico al...

Maria Angeli e il suo nuovo album “Anyhow”, un viaggio dall’elettronico al pop melodico

81

On air sulle maggiori piattaforme musicali “ANYHOW”, il nuovo sofisticato album di Maria Angeli, artista nota a livello nazionale ed internazionali per le sue sonorità elettroniche che, in questo suo secondo album, virano e si avvicinano prepotentemente all’alternative pop melodico, tra una distesa di sinth e tastiere e la leggerezza degli archi.

Questo secondo album della cantautrice, arrangiato e prodotto dal compositore Andrea Filippucci nel 2021, è una collezione di brani messi insieme nel corso degli anni, che scorrono veloci come fotografie, ricordi e amori passati.

Già il titolo evoca l’avvicendarsi di due emozioni, ostinazione o rassegnazione, la volontà di proseguire ad ogni costo o la capacità di lasciar andare. L’artista che ci ammalia e avviluppa con la sua voce calda ed evocativa, oscilla tra un intimistico isolamento, che ammanta di nostalgia la percezione delle cose, come in “Fade Out” e storie di amori inediti e rapidi, che durano quanto il battito d’ali di una farfalla, in “The Reasons”, restituendo una ragione al trascorrere ininterrottamente uguale di giorni e ore, come accade in “Caught up in a Rush”.

Brano quest’ultimo che rappresenta il primo estratto dall’album, accompagnato da un videoclip che è un vero e proprio film d’arte, il primo di una trilogia, che conferma quell’indissolubile legame tra arte e musica che contraddistingue il vissuto di Maria Angeli, facendone un’artista sensibile e difficile da dimenticare.

Il video di “Caught up in a Rush” (già on air su Youtube https://www.youtube.com/watch?v=K0yAIJxfnrA), prodotto dalla stessa Angeli che vede la collaborazione di Francesco De Palma, con la regia di Matteo Zenini, è carico di rimandi, uniti da un filo indissolubile che è l’amore che narrano. L’ambientazione è in una location storica di Roma, dai forti riferimenti artistici, che Maria ama disseminare come lettere di un puzzle, fasciata negli splendidi abiti di Theodora Bak e Ginevra Odescalchi, impreziositi ulteriormente dai gioielli Iosselliani, suo partner nel video l’attore e modello Yuri Attili; Paolo Alberti direttore di produzione, Juri Fantigrossi, direttore della fotografia, Riccardo Lombardi, assistente alla regia.

Densi di riferimenti autobiografici, i testi sono tracce di vite vissute e a volte richiamano alla mente i momenti di triste incertezza del lockdown 2020. Il brano che dà il titolo all’album è un inno al risveglio e alla trasformazione, mentre in “When you’re gone” la solitudine torna ad abbracciarci (“ogni volta resto qui con la mia melodia, quando tu sei via lei mi tiene compagnia”) e in “Piece of my Heart” ogni cosa viene svelata finchè tutto sembra finire in pezzi. 

“Un velo” è invece dedicato al ricordo del padre, l’artista Franco Angeli la cui immagine riaffiora come i simboli celati nelle sue opere. Nel video che lo accompagna, il secondo della trilogia, che uscirà in un secondo momento, è inserito un esclusivo documento d’archivio, una ripresa in Super8 realizzata dall’artista a Selinunte quando Maria aveva 8 anni.

Brano di chiusura di questo album emotivo ed intenso è “Bette Davis”, seconda e inedita versione del brano realizzato in collaborazione con Andrea de Sica e inserito nella colonna sonora dell’acclamata serie Netflix “Baby”.

L’album ANYHOW è disponibile su:

Spotify: https://open.spotify.com/album/53WGusR75Uzw1rjMOkk2m8

Apple: https://music.apple.com/it/album/anyhow/1571144633?l=en

Amazon: https://music.amazon.it/albums/B096SDSQTB?marketplaceId=APJ6JRA9NG5V4&musicTerritory=IT