Home musica Mariana Rodriguez è “Black woman”, il nuovo provocatorio video dei TheRivati

Mariana Rodriguez è “Black woman”, il nuovo provocatorio video dei TheRivati

2173

“Black woman pt.1&2”, questo il titolo del nuovo video EXPLICIT dei THERIVATI, con la straordinaria partecipazione della bellissima Mariana Rodriguez. 

Prima dell’uscita del secondo disco “Black from Italy” (in arrivo il prossimo 22 gennaio), la band napulegna pubblica quindi il video “Black Woman pt.1&2”, con la collaborazione del regista Alberto Salvucci.

Fedeli alla linea che li contraddistingue, in quest’occasione i TheRivati hanno spinto ancora sull’acceleratore della provocazione con un videoclip davvero irriverente. Nel video “Black Woman pt.1&2” il protagonista (Andrea Deriu) è prigioniero di un sogno ad occhi aperti, consumato di passione per una femme fatale, la supersexy Mariana Rodriguez.

cover copy copiaLa modella venezuelana gli appare ovunque e lo porta sul filo che rasenta la follia, il tutto in chiave decisamente hot, con immagini bollenti che si trasformano in cartoon nelle scene da bollino rosso, grazie alla mano di Andrea Mangiri che ne ha realizzato i disegni. Il videoclip non lascia spazio alla fantasia e le curve sexy di Mariana Rodriguez sono l’ideale per lanciare ancora una volta una provocazione da effetto serra. Black Woman è dunque un mix esplosivo di immagini ad altissime temperature e un sound in cui le note di un sassofono quasi osceno accarezzano la voce roca che racconta un blues/soul languido e sensuale.

Il disco Black from Italy, la cui produzione artistica è firmata dal rapper Clementino, è stato già anticipato con il lancio di 3 singoli: Addore, Italy e Posteggia.

 

TheRivati è un progetto musicale che nasce dall’idea di Paolo Maccaro (classe ’85) e Marco Cassese (classe ’82) di fondere il blues e i suoi “derivati” con la musica italiana e le influenze della tradizione napoletana. Oltre ai 2 fonatori, attualmente i TheRivati sono formati da: Stefano Conigliaro (’88 batteria), Antonio Di Costanzo (’87 basso) e Saverio Giugliano (’84 sax tenore)